PIOMBINO: ODG CONTRO RIFORMA URBANISTICA

Sarà discussa prossimamente alla Camera la proposta di riforma urbanistica, meglio conosciuta come Legge Lupi, già approvata dall’VIII Commissione Parlamentare, che ha suscitato molta preoccupazione a livello nazionale tra architetti come Vezio De Lucia e Alberto Magnaghi firmatari, insieme ad altri, di un appello. I contenuti del disegno di legge fanno temere infatti conseguenze negative sul governo del territorio. Il documento è stato inviato a tutti sindaci toscani chiedendo di aderire all’iniziativa.

Tre gli aspetti contenuti nella legge che destano particolare allarme nelle amministrazioni locali: la sostituzione degli strumenti della pianificazione pubblica, e cioè dei Piani Regolatori, Piani Strutturali e altro, con atti da contrattare e negoziare con i soggetti interessati, e cioè con la ristretta cerchia degli operatori economici, escludendo forme di partecipazione da parte dei cittadini.

Il secondo aspetto è la soppressione dell’obbligo di riservare determinate quantità di aree alle esigenze di verde, spazi collettivi (scuole, sanità, sport, cultura, ricreazione) e spazi di vita comuni per i cittadini, un obbligo ottenuto decenni fa grazie all’impegno massiccio delle associazioni culturali, dei sindacati, delle forze politiche sensibili a questi temi.

Infine, la tutela del paesaggio e dei beni culturali sono esclusi dagli impegni della pianificazione ordinaria delle città e del territorio.
Se la legge fosse approvata – spiega ancora Tortolini – i Parchi, ad esempio, sarebbero sottratti alla pianificazione comunale e si cancellerebbero i risultati di importanti conquiste per la vivibilità e per la tutela del territorio ottenute negli ultimi decenni. L’invio del documento a tutti i sindaci toscani e l’auspicata adesione di un numero elevato di amministrazioni servirà a dare forza a questa posizione di contrasto e a sensibilizzare anche le altre regioni.”.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 10.2.2005. Registrato sotto Senza categoria. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata quella di vero inizio della crisi economica di Piombino. Da allora sono passati solo
    5 mesi, 12 giorni, 14 ore, 36 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. P.I. 01409010491
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2015 CorriereEtrusco.it