PARTITA DEL CUORE TRA NAZIONALE SACERDOTI E PIOMBINO ’80

Domenica 6 febbraio allo stadio Magona di Piombino alle ore 15,00, «I ragazzi degli anni ’80» del Piombino Calcio e la Nazionale Italiana Sacerdoti disputeranno un’amichevole di calcio per raccogliere fondi in sostegno alle vittime del maremoto del sud est asiatico e per sostenere gli studi universitari di ragazzi provenienti da aree disagiate, sulla base di un progetto del «Centro Culturale 5 Continenti».

Torneranno in campo per questa iniziativa gli ex calciatori del Piombino Calcio che negli anni ’80 hanno portato la squadra piombinese in C1 e C2. In questa occasione si confronteranno con la nazionale sacerdoti calcio, un’associazione no profit nata nel 2001 per promuovere iniziative sportive a favore della solidarietà e dell’aiuto ai più bisognosi e che negli ultimi anni ha partecipato a numerose e importanti manifestazioni in tutta Italia.

Questa la formazione delle squadre: per la nazionale sacerdoti spiccano i nomi di don Leonardo Biancalani e don Giuseppe Benedetti, coordinatori dell’associazione, insieme a Don Luca Fedi, don Valerio Evangelisti, Don Gino Taurino, don Nicola Antonietti, Don Gennaro Ferrara, Monsignor Enzo Greco (vicario generale della diocesi di Massa e Piombino).

«I ragazzi degli anni ’80», invece, si schierano con Aldo Agroppi, Calogero Farruggio, Stefano Damommio, Sandro Marsili, Giancarlo Ettori, Andrea Cinquemani, Carlo Panicucci, Luciano Bianchi, Raimondo Medda, Claudio Pallini, Luca Granucci, Sandro Cicalini, Roberto Speranza, Riccardo Parrini, Sandro Cioni, Luca Bonistalli, Leandro Tesi, Luca Cioni.

L’ingresso sarà ad offerta e verrà devoluto alla Caritas e al Centro Culturale Cinque Continenti, promotori dell’iniziativa insieme all’Atletico Piombino, al Comitato Uisp e all’assessorato allo sport del comune di Piombino.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 27.1.2005. Registrato sotto Senza categoria. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO MANCA AL TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON LA CEVITAL DI ISSAD REBRAB?

    Se non viene rescisso il contratto, o rinnovato l'accordo di programma, dal 1° luglio Rebrab non avrà più vincoli con lo Stato italiano, diventerà "Padrone" a tutti gli effetti, e potrà disporre delle sue società e del personale in queste assunto come meglio crederà. Questo avverrà
    3 mesi, 18 giorni, 16 ore, 25 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. P.I. 01409010491
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2015 CorriereEtrusco.it