«SALVIAMO LA COSTITUZIONE» IN VAL DI CORNIA

Il Progetto di legge di modifica della Costituzione all’esame del Parlamento (già approvato alla Camera e trasmesso al Senato) potrebbe rappresenta un grave pericolo per la democrazia italiana, e di fronte all’intenzione della «Casa della Libertà» di procedere a colpi di maggioranza verso l’approvazione di questa legge, non resta, secondo gli organizzatori di questa iniziativa, che preparare e vincere il Referendum non confermativo che sarà proposto subito dopo l’approvazione a tutti gli italiani.

Per questo si è costituito a Roma il Coordinamento nazionale per il referendum (www.salviamolacostituzione.it) su iniziativa delle Associazioni Libertà e Giustizia e Astrid, del Coordinamento nazionale dei “Girotondi e Movimenti”, dei sindacati e di numerose personalità, con la presidenza onoraria di Oscar Luigi Scalfaro, e in appoggio del Coordinamento nazionale, in molte province stanno nascendo comitati locali in difesa della Costituzione.

Nell’assemblea pubblica che si è svoltasi a Venturina il 2 dicembre scorso su questo tema è stata lanciata l’idea di costituire anche in Val di Cornia un Comitato “Salviamo la Costituzione”, con il compito di mobilitare tutte le forze politiche e civili per un’opera di sensibilizzazione che, partendo dalla migliore conoscenza della nostra Costituzione, dei suoi principi e dei suoi valori, faccia acquisire in modo diffuso alla popolazione la consapevolezza dei pericoli che il progetto di riforma costituzionale potrebbe comportare per il Paese.

Tutte le forze politiche interessate, gli enti locali, le associazioni, i sindacati, sono invitati a partecipare all’incontro che si svolgerà il giorno 20 dicembre alle ore 21 nella sede dell’ARCI a Piombino (Via Tellini, 58) per la fondazione del Comitato “Salviamo la Costituzione”, l’individuazione di un coordinamento e la stesura di un primo programma di attività.

I primi promotori dell’iniziativa sono il «Cantiere della Democrazia», l’associazione “Ciao Enrico”, l’ARCI Piombino-Val di Cornia, l’AttivArci e la Rete Radié Resch.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 13.12.2004. Registrato sotto Senza categoria. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata quella di vero inizio della crisi economica di Piombino. Da allora sono passati solo
    5 mesi, 10 giorni, 20 ore, 27 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. P.I. 01409010491
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2015 CorriereEtrusco.it