INCONTRO SULLA SICUREZZA URBANA A PIOMBINO

Si è svolta in un clima di sostanziale ottimismo e fiducia giovedì 18 novembre la riunione di coordinamento del Sindaco con le forze dell’ordine. Una riunione che è servita ad avviare un coordinamento concertato e condiviso e a fare il punto sulla situazione della sicurezza urbana.

Erano presenti all’incontro l’ispettore capo Enrico Barbagallo della Polizia di Stato, il vicecapitano dei Carabinieri Giancarlo Caporaso, il luogotenente Bernardo Campanale della Guardia di Finanza, il sottotenente di vascello Pierangelo Simoni della Capitaneria di Porto, la comandante della Polizia Municipale Gloria Mattanini e per l’amministrazione il Sindaco, il vicensindaco Carlo Barsi, gli assessori Massimo Giuliani e Giuliano Fedeli.

“Avevamo pensato di convocare il coordinamento delle forze dell’ordine già da tempo, a prescindere dagli episodi degli ultimi tempi – ha spiegato il sindaco – soprattutto per capire e per monitorare il fenomeno, che nella nostra città si presenta fortunatamente in maniera circoscritta e poco allarmante. In ogni caso, al di là del dato sulla sicurezza reale, c’è anche un problema di sicurezza percepita che dobbiamo prendere in considerazione e sulla quale intendiamo impegnarci. Le istituzioni hanno il compito di dare certezza e infondere un clima di fiducia e di serenità alla cittadinanza.”

Per questo è stato confermato un impegno da parte di tutti i soggetti coinvolti ad incrementare la propria disponibilità sul terreno di una maggiore presenza sul territorio, un impegno che i carabinieri hanno già messo in atto garantendo da circa un mese un numero maggiore di persone e mezzi su tutte le 24 ore.
Il tavolo di coordinamento si riunirà poi periodicamente per verificare costantemente il fenomeno.

“L’obiettivo è quello di creare soprattutto un servizio di prossimità al cittadino e non certo di deterrenza – continua il sindaco – la città è degna di essere vissuta il più possibile con la massima libertà ed è giusto quindi che le persone escano di casa senza timori, come è sempre stato. E’ il modo migliore per rendere la città più sicura.”

Sulla questione del disagio giovanile, inoltre, gli assessori Massimo Giuliani e Anna Tempestini parteciperanno al tavolo di concertazione messo in piedi dalla Prefettura di Livorno a livello provinciale, con una riunione prevista per i primi di dicembre a Livorno.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 21.11.2004. Registrato sotto Senza categoria. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata quella di vero inizio della crisi economica di Piombino. Da allora sono passati solo
    5 mesi, 13 giorni, 6 ore, 13 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. P.I. 01409010491
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2015 CorriereEtrusco.it