CONVEGNO SU «CONTESTAZIONE ED AGONISMO» NEL CALCIO

«Contestazione ed Agonismo: le due facce del pallone. Protagonisti a confronto per uno sport sano e sicuro» è il titolo del convegno curato dal COISP (coordinamento per l’indipendenza sindacale delle Forze di Polizia) e dall’assessorato allo sport del Comune di Piombino, che si svolgerà lunedì 22 novembre al cinema teatro Metropolitan.

La manifestazione avrà inizio la mattina alle 9.30, e vedrà la partecipazione, tra gli altri, di personaggi importanti del mondo del giornalismo sportivo, come Bruno Pizzul in qualità di moderatore e del prefetto Gianni De Gennaro, capo della Polizia.

Il problema della violenza, sopratutto negli stadi, investe tutti quelli che ruotano intorno a questo tipo di manifestazioni, i giocatori, gli spettatori, le società sportive e le forze dell’ordine, troppo spesso viste soltanto come strumento di repressione.
“Per questo – spiega Gaetano D’Acunto della segreteria nazionale del Coisp – abbiamo proposto questo convegno, con il quale vogliamo far dialogare tutti gli operatori e le stesse forze dell’ordine, alla ricerca di un linguaggio comune. Il ruolo della Polizia, infatti, in queste occasioni, è un ruolo di servizio perché i protagonisti dell’evento sportivo possano esserlo nel modo migliore e più naturale possibile. L’obiettivo è quindi quello di diffondere la cultura della legalità e della regola soprattutto tra i giovani”.

Parteciperanno anche Aldo Agroppi, allenatore di calcio, Innocenzo Mazzini, vice presidente della FIGC, il segretario generale della Lega Professionisti Gioco Calcio, Gino Calderini, presidente del Coni provincia di Livorno, Cesare Sagrestani, v. presidente dell’AIA associazione nazionale arbitri, Sergio Campana, presidente dell’Asso Calciatori, Diego Polani, psicologo dello sport, Andrea Mareggini, portiere del Livorno Calcio, Rachele Schettini, presidente nazionale del Coisp, Gaetano Barrella, segretario generale Coisp.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 9.11.2004. Registrato sotto Senza categoria. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO MANCA AL TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON LA CEVITAL DI ISSAD REBRAB?

    Se non viene rescisso il contratto, o rinnovato l'accordo di programma, dal 1° luglio Rebrab non avrà più vincoli con lo Stato italiano, diventerà "Padrone" a tutti gli effetti, e potrà disporre delle sue società e del personale in queste assunto come meglio crederà. Questo avverrà
    3 mesi, 18 giorni, 16 ore, 14 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. P.I. 01409010491
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2015 CorriereEtrusco.it