VAL DI CORNIA: NUOVE DELEGHE AL CIRCONDARIO

Dal catasto all’urbanistica, dallo sportello unico per le attività produttive al vincolo idrogeologico, dalla statistica ai contributi per l’abbattimento delle barriere architettoniche: il Consiglio comunale di Piombino ha approvato con i voti della maggioranza una serie di importanti deleghe e convenzioni a favore del Circondario della Val di Cornia.

Si sviluppa così ulteriormente il ruolo istituzionale che la legge attribuisce al Circondario, quale livello ottimale per la gestione in forma associata di funzioni e servizi di competenza locale. Dalla sua istituzione nel 1998 ad oggi, l’ente ha infatti assunto progressivamente una serie di competenze dalla Provincia e dai Comuni, in materie strategiche per lo sviluppo della comunità territoriale come lavoro, cultura, ambiente, formazione, agricoltura.

“Il Circondario – ha recentemente affermato a questo proposito la presidente neo eletta Silvia Velo – rappresenta un’importante novità nel panorama istituzionale toscano, attraverso la quale si è tradotta in forma amministrativa stabile la politica di governo sovracomunale, uno dei punti di forza della Val di Cornia”. In questa seconda legislatura, l’ente si propone quindi di espandere la sua attività in altri fondamentali settori, come la gestione del territorio, lo sviluppo economico, il coordinamento istituzionale. Per sviluppare queste notevoli potenzialità di crescita, osserva ancora la Velo, “è necessario tuttavia superare alcuni limiti di fondo, a partire dalla dotazione del personale, che risulta a tutt’oggi inadeguata e spesso legata a situazioni precarie”.

All’ordine del giorno figurano, infatti, già molti impegni, come l’elaborazione del piano strutturale di area e del patto per lo sviluppo qualificato della Val di Cornia, che presuppongono un salto di qualità anche organizzativo e logistico.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 29.10.2004. Registrato sotto Senza categoria. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata quella di vero inizio della crisi economica di Piombino. Da allora sono passati solo
    5 mesi, 14 giorni, 7 ore, 58 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. P.I. 01409010491
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2015 CorriereEtrusco.it