III° GIORNATA DELLA SICUREZZA E AMBIENTE A LA MAGONA

«Sicurezza stradale: trasporti su strada» e «Industria e turismo verso uno sviluppo sostenibile» sono i temi della terza edizione Giornate Sicurezza e Ambiente che si sono svolti mercoledì 27 e giovedì 28 ottobre all’interno dello stabilimento de La Magona di Piombino. Le mattine sono state dedicate ai convegni, e l’obiettivo di questi incontri è stato quello di scambiare le esperienze delle aziende del territorio (Lucchini, Dalmine, Sol, Tioxide, Solvay, Federtrasporti, Geco), in modo da costruire insieme un futuro sostenibile.


Walter Vermeirsch e Cesare Ricceri nel trasversale

Il pomeriggio della prima giornata ha visto l’esibizione della squadra speciale della Polizia Stradale ed il giorno successivo una simulazione d’emergenza fuoriuscita idrogeno da parte dei Vigili del Fuoco. Questa simulazione è la prima a livello nazionale in quanto questa forma di energia è utilizzata solo recentemente.
Per tutte e due le Giornate il trasversale dello stabilimento è stato allestito con stand dei fornitori di indumenti protettivi de La Magona, della Polizia Stradale, dell’Asiu e della Sanitas. L’attrazione del trasversale quest’anno è stata l’esposizione delle auto d’epoca e moderne della Polizia Stradale.

Il programma pomeridiano di giovedì invece prevedeva la premiazione di alcuni bambini che avevano partecipato a un concorso di disegno sul tema dell’ambiente, da parte del direttore generale Cesare Ricceri, e a seguire un bel concerto presentato dal gruppo musicale dei dipendenti Magona. Poi si è svolta una simulazione di emergenza di fuoriuscita di Idrogeno da parte dei Vigili del Fuoco, alla quale hanno partecipato il prof. Marco Carcassi, l’ing Ceccherini e l’ing Ciannelli funzionario al comando provinciale VV.F di Livorno.

L’Idrogeno è una nuova forma di energia pulita che in questi ultimi anni sta prendendo sempre più campo in vari utilizzi come fonte di energia alternativa.
I vigili del Fuoco hanno voluto con questa simulazione far conoscere la facilità di gestione di una eventuale fuoriuscita di Idrogeno, perchè prevenire è sempre meglio che curare.
Attualmente in Italia sono sorti circa 20 impianti di idrogeno. Quello della Sapio dal quale La Magona prende l’idrogeno necessario al suo processo produttivo è veramente piccolo.

Tra i personaggi pubblici che hanno visitato la due giorni Magona sulla sicurezza possiamo citare il responsabile della mobilità della Regione Toscana Adriano Poggiali, il vice questore aggiunto della provincia di Livorno Alberto Tricoli, il sindaco e il vice Sindaco di Piombino Gianni Anselmi e Carlo Barsi, il sottosegretario al Ministero dell’Ambiente on. Roberto Tortoli, il presidente dell’Arpat Alessandro Lippi, l’assessore all’ambiente della provincia di Livorno Luciano Guerrieri, il presidente dell’associazione industriali della provincia di Livorno Andrea Palumbo e il direttore dei Parchi della Val di Cornia Massimo Zucconi.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 29.10.2004. Registrato sotto Senza categoria. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO MANCA AL TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON LA CEVITAL DI ISSAD REBRAB?

    Se non viene rescisso il contratto, o rinnovato l'accordo di programma, dal 1° luglio Rebrab non avrà più vincoli con lo Stato italiano, diventerà "Padrone" a tutti gli effetti, e potrà disporre delle sue società e del personale in queste assunto come meglio crederà. Questo avverrà
    3 mesi, 23 giorni, 9 ore, 10 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. P.I. 01409010491
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2015 CorriereEtrusco.it