BREVI DALLA VAL DI CORNIA PER IL WEEK END

Tre interessanti appuntamenti culturali in Val di Cornia per questo fine settimana: «A Venturina» il nuovo spettacolo del regista palestinese Akram Telawe, «Una realtà colorata» la mostra itinerante del pittore Gianfranco Biagini e «Tempesta ad occhi chiusi» non un vero spettacolo, ma un percorso dove i suoni, gli odori, i sapori, il contatto con gli oggetti e con le persone sono fonte di intense emozioni, amplificate dal buio in cui si viene immersi.

«A Venturina» è il titolo del nuovo spettacolo del regista palestinese Akram Telawe, in scena al Teatro dei Concordi di Campiglia Marittima sabato 16 ottobre ore 21.15.

La trama, prende spunto da una idea della giornalista Maria Antonietta Schiavina, ed porta allo spettatore in una non tanto ipoteca situazione: l’incontro di culture in terra di nessuno. Infatti, le sei donne di nazionalità e culture diverse (irachena, bosniaca, afgana, palestinese, israeliana e africana) protagoniste dello spettacolo, hanno una unica cosa in comune: la violenza della guerra.
Una parentesi alla loro realtà viene offerto da un viaggio a Venturina nella provincia di Livorno, chiamate da cinque Comuni dalla Val di Cornia che li vuole conferire la cittadinanza onoraria.

Leggi Tutto…

Lo spettacolo scritto e diretto da Akram Telawe, adattazione linguistica di Giuliana Mettini, ha come interpreti le attrici della compagnia teatrale “TeAkram”: Elisa Mangia, Maria Vittoria Sagliocco, Sabrina Tafi, Antonella Novelli, Monica Berti e Alessandra Carlessi. Effetti sonori e computer di Emiliano Pasquinucci, Tecnico, Cristian Soldateschi, luci Eraldo Ridi, Sax Vito Pappalardo, acconciature e trucco di Elena Style di San Vincenzo.
Dopo la prima al Concordi, lo spettacolo si sposterà a Montepulciano, Pontedera e altri palcoscenici della Toscana.

Informazioni, prenotazioni e biglietti Teatro dei Concordi 0565/837028

_______________________________


«Una realtà colorata» è la mostra itinerante da San Quirico d’Orcia a Piombino
Opere dal 1985 al 2003 del pittore Gianfranco Biagini.

Una pittura che dalla tradizione labronica, legata al naturalismo e alle tecniche tardo macchiaiole, si evolve progressivamente secondo una personalissimo percorso ed acquista un’originale identità nel panorama dell’arte contemporanea: è il giudizio sintetico ed estremamente positivo che grandi critici italiani hanno espresso sull’opera di Gianfranco Biagini, maestro livornese al quale la città di Piombino dedica una grande antologica a Palazzo Appiani.

Una realtà colorata è il titolo della mostra, che allude appunto ad un uso “magistrale ed emotivo” del linguaggio cromatico: “Al di là di ogni ulteriore considerazione sull’esperienza passata e sulle indecifrabili prospettive della sua arte – commenta Pablo Gorini, che presenterà l’esposizione nella cerimonia di apertura – un elemento comune continuerà a contrassegnare trasversalmente l’opera di Biagini: il colore che nei suoi quadri, come annotava anni fa il grande critico Enzo Carli, si fa luce, che non si diffonde all’esterno, ma sembra scaturire dall’interno delle stesure cromatiche stemperando, in una dimensione poetica, la percezione oggettiva del reale”.

La mostra, dove saranno esposte tele dal 1985 al 2003, è un evento culturale itinerante: oltre che a Piombino, è stata precedentemente ospitata a Palazzo Chigi Zondadori di San Quirico d’Orcia.

L’inaugurazione avrà luogo a Piombino sabato 16 ottobre alle ore 17 e proseguirà fino al 1° novembre 2004. Orario: Feriali: 16.30-10; Festivi: 10-12.30/16.30-19; Chiuso il 18 e il 25 ottobre.

__________________________

«Tempesta ad occhi chiusi» forse non è un vero spettacolo, ma un percorso dove i suoni, gli odori, i sapori, il contatto con gli oggetti e con le persone sono fonte di intense emozioni, amplificate dal buio in cui si viene immersi che si terrà a Piombino, al «Palazzo della Solidarietà» accanto alla nuova sede del Circondario della Val di Cornia e del Centro per l’impiego.

La Tempestadi Shakespeare diviene allora il pre-testo per condurre il pubblico in un luogo fantastico, da percepire attraverso quei sensi ai cui messaggi la maggior parte della persone dedica solo un ascolto distratto.
Per apprezzare tutte le emozioni che il percorso può dare è necessaria la piena fiducia verso gli animatori e la disponibilità ad abbandonarsi alle sensazioni, lasciando da parte la razionalità… e anche le scarpe!
L’ideazione è di Maurizio Canovaro, Kim Amelotti e Elena Pazzaglia, con Maurizio Canovaro, Kim Amelotti, Elena Pazzaglia, Sergio Cini, Gianna Pasquali, Rosanna Costa, Francesca Palla, Dario Bressan, Roberta Gori, Rosa Marulo, Valentina Brancaleone e Orietta Sloth.

Lo spettacolo si terrà venerdì 15 e domenica 17 ottobre, alle 20, alle 21 e alle 22. Eventuali altre ripetizioni in date da definire in funzione del numero delle prenotazioni. Il percorso è accessibile a solo 10 persone alla volta. Assolutamente raccomandato un abbigliamento comodo.

Informazioni e prenotazioni:
L’ingresso è libero ma è necessario prenotare presso la sede ARCI-Samarcanda di via Tellini 58 (tel. 0565 226204).

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 15.10.2004. Registrato sotto Senza categoria. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata quella di vero inizio della crisi economica di Piombino. Da allora sono passati solo
    5 mesi, 12 giorni, 1 ora, 45 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. P.I. 01409010491
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2015 CorriereEtrusco.it