SILVIA VELO NUOVO PRESIDENTE DEL CIRCONDARIO

Con 12 voti favorevoli su 16 componenti dell’Assemblea presenti (4 astenuti, la stessa Velo, Nannelli Massimo, Marrocco Anna e Gianandrea Galli) è stata eletta nuovo Presidente del Circondario Silvia Velo, che subentra nella carica a Rossano Pazzagli, primo presidente del Circondario dal 1999 alla primavera del 2004.

Il primo a proporre ai consiglieri il nome di Silvia Velo, sindaco di Campiglia M.ma, è stato il sindaco di Piombino Gianni Anselmi. Dopo di lui sono intervenuti i sindaci di Suvereto Giampaolo Pioli e di San Vincenzo Michele Biagi, che hanno tutti trovato nell’ente Circondario la possibilità di creare nuovi servizi e funzioni, attraverso il decentramento amministrativo delle deleghe della Provincia ed il coordinamento di nuovi servizi dai Comuni.
Il Circondario della Val di Cornia è stato visto come un ente istituzionale importante per diventare un punto di riferimento utile per le nuove strategie di sviluppo economico.

Per la minoranza sono intervenuti il consigliere di San Vincenzo Massimo Nannelli ed Anna Nardelli di Sassetta: entrambi hanno sostenuto la validità di Silvia Velo come nuovo presidente del Circondario.
E’ inoltre intervenuto anche il consigliere provinciale Rocco Garufo, che ha avuto per il Circondario parole di elogio, ma soffermandosi anche sul fatto che è necessario continuare ad attivare nuovi servizi.

Tra le prime azioni di Silvia Velo come nuovo presidente del Circondario c’è quella di puntare molte energie sul nuovo Piano Strutturale, sull’Agenda 21 locale, su un maggior coordinamento tra scuola e formazione, su un nuovo piano d’area per la cultura.
L’assemblea del Circondario comincerà a lavorare a partire dal 26 ottobre prossimo, quando di nuovo tornerà a riunirsi.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 7.10.2004. Registrato sotto Senza categoria. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO MANCA AL TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON LA CEVITAL DI ISSAD REBRAB?

    Se non viene rescisso il contratto, o rinnovato l'accordo di programma, dal 1° luglio Rebrab non avrà più vincoli con lo Stato italiano, diventerà "Padrone" a tutti gli effetti, e potrà disporre delle sue società e del personale in queste assunto come meglio crederà. Questo avverrà
    3 mesi, 22 giorni, 9 ore, 39 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. P.I. 01409010491
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2015 CorriereEtrusco.it