NUOVE FRONTIERE DEL TURISMO IN VAL DI CORNIA

I Comuni della Val di Cornia concordano strategie e progetti per sfruttare, in modo integrato, le potenzialità del territorio nel settore innovativo del turismo sportivo e sostenibile.

Offrire al mercato nazionale ed europeo pacchetti turistici per servizi ed eventi sportivi, integrati con l’offerta culturale, ambientale, enogastronomica: è una delle strategie di sviluppo e diversificazione economica che i Comuni di Piombino, San Vincenzo, Campiglia Marittima, Sassetta e Suvereto stanno elaborando, in collaborazione con le associazioni di categoria, l’Avt di Piombino, l’Apt di Livorno, il Coni locale e la Parchi Val di Cornia s.p.a. L’obiettivo comune è quello di sfruttare sinergicamente, a fini turistici, le potenzialità del territorio per lo sport, inteso come pratica e come spettacolo.

La decisione è maturata in seno al Circondario, anche a seguito di proposte e sollecitazioni da parte del mondo sportivo organizzato. “Come primo obiettivo – afferma l’assessore al Turismo di Piombino Stefano Ferrini, al quale è stato affidato il compito di coordinare l’attività dei soggetti coinvolti nel progetto – consulteremo le associazioni sportive e di categoria, per valutare anzitutto l’interesse a promuoversi in questo settore, individuare gli elementi di forza dell’offerta locale e predisporre azioni mirate sulle risorse immediatamente disponibili. Importante, in questa fase, sarà il ruolo di promozione svolto dalla Parchi Val di Cornia, che ha messo a disposizione dell’iniziativa il proprio ufficio marketing”.

E di turismo sportivo sostenibile, in relazione alle aree protette, si è parlato anche nel recente convegno internazionale sui parchi marini (Castello di Piombino, 17/18 settembre), promosso dall’Istituto di Biologia ed Ecologia Marina, Comune di Piombino e Università di Pisa. Il dibattito, che ha coinvolto amministratori, esperti di fama mondiale, ambientalisti e associazioni professionali, si è sviluppato sull’esame di esperienze concrete, attuate con successo nel Mediterraneo: la tesi, sulla quale le parti hanno concordato, è che una gestione scientificamente organizzata dei parchi marini può contribuire realmente alla crescita economica, allo sviluppo turistico ed al benessere delle popolazione costiere.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 25.9.2004. Registrato sotto Senza categoria. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata quella di vero inizio della crisi economica di Piombino. Da allora sono passati solo
    5 mesi, 12 giorni, 14 ore, 36 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. P.I. 01409010491
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2015 CorriereEtrusco.it