PIOMBINO 10 SETTEMBRE 1943. NASCE LA RESISTENZA

Il presidente del consiglio regionale Riccardo Nencini e il Sindaco di Piombino Gianni Anselmi celebrano il 61° anniversario della Battaglia del 10 settembre 1943. Revisionismo, democrazia, crisi internazionale e identità toscana: questi i temi degli interventi, che hanno strappato applausi e consensi.

Intensa partecipazione per la cerimonia del 61° anniversario della Battaglia di Piombino, uno dei primi e più originali episodi di Resistenza italiana all’occupazione nazifascista, che quest’anno il Sindaco Gianni Anselmi ha voluto dedicare alle vittime del terrorismo internazionale.

La celebrazione è stata seguita con estremo interesse dal pubblico per i numerosi spunti offerti dai due relatori: oltre al Sindaco Anselmi, il presidente del Consiglio della Regione Toscana Riccardo Nencini.

Gremita per l’occasione la sala del consiglio, con i rappresentanti delle Autorità locali, la Giunta, Sindaci e Gonfaloni della Val di Cornia, le associazioni dei partigiani, degli ex combattenti e dei reduci con i medaglieri ed i labari. Presenti tra il pubblico anche gli ex Sindaci di Piombino Rolando Tamburini, Enzo Polidori, Luciano Guerrieri e, per la Regione Toscana, l’assessore Paolo Benesperi e il consigliere Andrea Manciulli, entrambi piombinesi.

«La gobalizzazione del terrorismo – ha esordito Anselmi – è una minaccia reale che può essere contrastata solo attraverso la via faticosa della diplomazia, della politica, del dialogo tra religioni. Dentro questa logica c’è un ruolo, che l’Italia e le comunità locali possono svolgere, di cerniera europea con il mondo arabo, per definire relazioni con l’Islam ispirate al rispetto della democrazia, al dialogo multiculturale, alla cooperazione ed alla promozione dei diritti umani e civili. Questa, e non la guerra preventiva, non la pace americana imposta con le armi, è l’unica strada per l’Occidente per attivare processi che portino alla formazione di un Islam moderato ed autenticamente democratico».

Toscanità, memoria e attualità della storia sono i temi che sono stati ripresi anche da Riccardo Nencini, presidente del Consiglio Regionale e rappresentante del Comitato toscano per il 60° anniversario della Resistenza e della Liberazione, nella sua incisiva analisi storica e sociologica del 10 settembre e della Resistenza toscana.

Dopo la cerimonia in Comune, l’assemblea ha partecipato al corteo per le vie cittadine fino in piazza della Costituzione, dove è stata deposta una corona d’alloro al monumento dedicato ai Caduti di tutte le guerre.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 13.9.2004. Registrato sotto Senza categoria. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata quella di vero inizio della crisi economica di Piombino. Da allora sono passati solo
    5 mesi, 11 giorni, 0 ore, 30 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. P.I. 01409010491
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2015 CorriereEtrusco.it