PRIMA SEDUTA DEL CONSIGLIO COMUNALE DI PIOMBINO

Con gli adempimenti di rito, è iniziata ufficialmente il 2 luglio l’attività del consiglio comunale di Piombino. All’ordine del giorno la convalida degli eletti, elezione del presidente e del vice presidente, elezione della Commissione elettorale. Sono infatti questi gli adempimenti che sono stati affrontati nella prima seduta dopo le elezioni del 12 e 13 giugno scorso.

Moltissimi gli spettatori che, nonostante il caldo estivo, hanno voluto assistere all’evento. Presenti anche il Sindaco Gianni Anselmi ed i suoi nove assessori. In attesa della nomina del presidente, la seduta è stata diretta dal consigliere Roberto Piccolini assistito dal segretario generale del Comune Salvatore De Priamo.

I consiglieri Stefano Ferrini, Massimo Giuliani, Luciano Francardi e Matteo Tortolini, nominati assessori, sono stati quindi sostituiti rispettivamente da Carmela Negro (Sdi Insieme per lo sviluppo), Veronica Demi, Roberta Fabiani e Elio Biagini (Ds). Inoltre, a seguito della rinuncia dei consiglieri Umberto Canovaro, e Marco Marchioni, entra in consiglio l’eletta per la Margherita Simonetta Polverini.

Questa è quindi la composizione del Consiglio del comune di Piombino:

Democratici di sinistra: Gianni Anselmi (sindaco), Andrea Baldassarri, Ilio Benifei, Elio Biagini, Luca Carrara, Carlo Chelotti, Veronica Demi, Roberta Fabiani, Paolo Iacopucci, Jari Macii, Piero Mannelli, Maida Mataloni, Massimiliano Matteoni, Roberto Niccolini, Enrico Pasquinucci, Martina Pietrelli, Roberto Scaffai;
Sdi Insieme per lo sviluppo: Carmela Negro;
Nuova Piombino: Franco Fedi, Carlo Torlai;
La Margherita: Lido Francini, Simonetta Polverini;
Alleanza Nazionale: Giampiero Amerini, Paolo Bianchi, Costanza Monticelli;
Partito Comunista Rifondazione: Michela Batistoni, Torrino Checcoli, Alessandro Favilli;
Verdi per la pace: Anna Maria Marrocco;
Lista civica per la tua città: Graziella Guglielmi, Roberto Batistoni;

Leggi Tutto…

Nel corso della riunione il Sindaco Gianni Anselmi ha prestato giuramento, ripetendo la formula “giuro di osservare lealmente la Costituzione italiana”. Il capo dell’amministrazione, che ha mantenuto per sé le deleghe per Affari legali, Comunicazione e diritti del cittadino, Cooperazione decentrata, Sviluppo portuale e Relazioni internazionali, ha poi comunicato al Consiglio l’elenco degli assessori scelti per condividere il mandato: Carlo Barsi, Giuliano Bellosi, Ovidio Dell’Omodarme, Giuliano Fedeli, Luciano Francardi, Stefano Ferrini, Massimo Giuliani, Anna Tempestini e Matteo Tortolini.

Rinviata invece alla prossima seduta l’elezione del presidente e del vice presidente del consiglio, poiché nella votazione non si è raggiunto il quorum di due terzi dei componenti, richiesto in prima convocazione: i 19 voti favorevoli della maggioranza, contro i 9 astenuti (An, Rc, Lista civica per la tua città, Verdi) non sono infatti bastati ad eleggere Simonetta Polverini, proposta dai Ds. Sulla questione si è anzi sviluppato un vivo dibattito, sollevato dal consigliere di Rifondazione comunista Alessandro Favilli, che ha chiesto alla maggioranza “un segno di apertura nei confronti delle minoranze”, rinunciando alla presidenza. Una proposta che ha trovato il consenso delle varie forze di opposizione (Amerini An, Guglielmi Lista civica, Marrocco Verdi), ma non è stata accolta dai Ds che, attraverso gli interventi dei consiglieri Andrea Baldassarri e Maida Mataloni, hanno invece offerto alle minoranze il ruolo della vice presidenza.

Controversa anche la nomina dei sei componenti della Commissione elettorale comunale, i cui candidati devono ricevere almeno tre voti: alla terza votazione, sono risultati eletti Franco Fedi, Paolo Iacopucci, Anna Maria Marrocco, Roberto Batistoni, Lido Francini, Paolo Bianchi.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 3.7.2004. Registrato sotto Senza categoria. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata quella di vero inizio della crisi economica di Piombino. Da allora sono passati solo
    5 mesi, 12 giorni, 20 ore, 31 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. P.I. 01409010491
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2015 CorriereEtrusco.it