RICCI: BARATTI PATRIMONIO DI TUTTI DA REGOLAMENTARE

Grande interesse ha scatenato a livello nazionale l’articolo sul golfo di Baratti del candidato alla circoscrizione Fiorentina-Populonia Dario Alfonso Ricci che ha avuto circa 500 letture in soli tre giorni con grande risonanza anche in molti forum dedicati al campeggio (come potete leggere ad esempio QUI).

Tutto questo ha portato ad un dibattito che si svolgerà lunedi 7 giugno alle ore 21 presso il Multizonale di Fiorentina dove interverranno tutti i candidati alla circoscrizione di Populonia – Baratti – Fiorentina.

Per chiarire ulteriormente l’argomento poniamo un’ altra domanda al candidato Dario Alfonso Ricci che ci illustrerà meglio il delicato argomento.

Sono molte e contrastanti le opinioni sull’argomento Camper nel golfo di Baratti. Ci spiega meglio perchè reputa inopportuna la loro permanenza nel golfo e quali servizi sostitutivi intenderebbe offrire a questo tipo di turismo? I residenti cosa ne pensano secondo lei, e quali azioni intraprenderebbe per regolare più in generale i flussi turistici nel golfo?

Credo di essere sicuramente stato frainteso, o forse meglio, in molti non hanno capito il significato della mia dichiarazione, la mia non vuol essere in nessun caso una crociata contro i camper e niente di personale ho nei confronti di tutte le persone che praticano questo genere di turismo, anzi di molti ne apprezzo lo spirito naturalistico che hanno, perchè il camper è uno strumento che ti permette di godere come meglio non si può la bellezza della natura che ci circonda.
Detto questo ribadisco però che oggi, purtroppo o per fortuna e questo non sta a me a giudicarlo, questo tipo di svago turistico è cresciuto in maniera esponenziale, dalle poche decine di camper e roulottes degli anni settanta siamo passati alle migliaia di adesso che stazionano o frequentano la Val di Cornia , l’isola d’Elba e zone limitrofe.

Questo fenomeno ha fatto si di imporre a quasi tutte le Amministrazioni Comunali, come del resto qualsiasi fenomeno di massa, di cercare di regolamentarlo come meglio possibile, in base peraltro alle opinioni e alle rimostranze dei cittadini che risiedono nei luoghi interessati dal fenomeno.
Leggi Tutto…


Porto un esempio, immaginatevi la circolazione stradale, si può paragonare quella di 50-60 anni fa a quella di oggi? si potrebbero riportare le regole di quegli anni al traffico di oggi? e soprattutto se non ci fossero le regole e le multe vi immaginate a quale caos si andrebbe incontro?
Quindi ritengo che questo settore, almeno nella realtà di Baratti e Populonia vada meglio organizzato. Baratti è per noi del luogo una terra che amiamo ed è il nostro gioiello preferito, allo stesso modo di come può essere Ponte Vecchio per i fiorentini, il Colosseo per i romani, piazza dei miracoli per i pisani ecc…,bellezze paesaggistiche, artistiche e monumentali uniche, e di tutti i cittadini del mondo, compreso Baratti.

Però, e vi domando, come vedreste i camper parcheggiati in piazza San Pietro, o nel Colosseo, in Piazza dei Miracoli, nei dintorni di Ponte Vecchio e perchè no anche in Piazza San Marco a Venezia?
Non sarebbe forse più opportuno organizzarre strutture ben fatte magari un pò più decentrate ma comunque nelle vicinanze delle bellezze da visitare?
In molti luoghi d’italia questa è realtà. A Baratti no, bisogna per forza fare parcheggiare i Camper a dieci metri dalle tombe etrusche, a pochi metri dalla spiaggia, di fronte ai ristoranti della zona , e bisogna anche tollerare la presenza di questi mezzi sparsi in qua e la, ma soprattutto non bisogna nemmeno contestare questo tipo di turismo perchè quasi sacro e intoccabile, però dobbiamo anche spesso sorbirci il maleodore dei pozzini chimici svuotati in qua e la dai pochi (però purtroppo ci sono anche loro) maleducati.

Questa combinazione di fattori tra la maleducazione di alcuni, i pochi parcheggi gratuiti che rimangono a disposizione dei cittadini, le multe della polizia municipale ed i litigi che quotidianamente questi agenti, fin troppo tolleranti, hanno con alcuni proprietari di camper e con gli automobilisti, le barriere dissuasive divelte ed il camper all’interno del parcheggio, i cartelli stradali girati apposta per poi dire che non era visibile il divieto (cose viste con i miei occhi), l’afa estiva, e altri stressanti fattori suscitano nel cittadino residente una forma di mal contento e protesta, e perciò chiedono regole certe e soprattutto il loro rispetto.

Quindi propongo, non di rendere “Piombino città decamperizzata” come alcuni erroneamente credono, ma di REGOLAMENTARE il fenomeno in questo modo:
Spostare nel periodo estivo l’area sosta camper nel parcheggio delle Caldanelle sito a poche centinaia di metri da Baratti, organizzandolo con servizi, come fognature, illuminazione, alberi ombreggoianti, una pavimentazione in arido di cava non spolverante, servizi igenici, e perchè no anche una attività commerciale come vendita giornali, noleggio biciclette e motorini, ed un piccolo bar.

Creare una pista ciclabile che collega Populonia Stazione e Baratti a detto parcheggio, e organizzare un servizio Bus navetta di collegamento tra i vari luoghi ai fini di aiutare i più anziani, i disabili e coloro che devono portare le attrezzature balneari sulla spiaggia.
In questa maniera si snellirebbe la pressione veicolare su Baratti, si darebbe più decoro al soggiorno dei Camper che peraltro essendo persone in vacanza hanno anche il tempo di poter prendere la bicicletta o andare a piedi facendo una passeggiata per recarsi a Baratti, e si darebbe più spazio anche alle persone che al mare devono andarci solo per poche ore poichè non sono in ferie e non possono permettersi di attendere ore per trovare un posto macchina.

In questa maniera sono convinto che si potrebbe accontentare tutti, i Piombinesi che oramai hanno rinunciato a Baratti, i residenti del posto che in estate vivone veramente nel caos, e gli utenti dei Camper che avrebbero una zona meglio organizzata, più economica ma sempre nelle immediate vicinanze del mare.
Comunico anche che Lunedì 07 giugno presso il multizonale di Fiorentina alle ore 21:00 ci sarà la presentazione dei candidati alla circoscrizione e verrà certamente affrontato questo problema, invito tutti a partecipare, compreso i camperisti così che si rendano conto che non nutro nessuna animosità nei loro confronti.

Dario Alfonso Ricci

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 6.6.2004. Registrato sotto Senza categoria. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO MANCA AL TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON LA CEVITAL DI ISSAD REBRAB?

    Se non viene rescisso il contratto, o rinnovato l'accordo di programma, dal 1° luglio Rebrab non avrà più vincoli con lo Stato italiano, diventerà "Padrone" a tutti gli effetti, e potrà disporre delle sue società e del personale in queste assunto come meglio crederà. Questo avverrà
    3 mesi, 20 giorni, 21 ore, 23 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. P.I. 01409010491
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2015 CorriereEtrusco.it