CAMPIGLIA: CONVEGNO SUI PRODOTTI TIPICI DELLA VAL DI CORNIA

Sabato 22 maggio (inizio alle 9,30), al teatro dei Concordi, è in programma il convegno dal titolo “I prodotti agroalimentari tradizionali della Val di Cornia”, organizzato dal Circondario della Val di Cornia e dalla Cattedra di diritto agrario della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa, in collaborazione con il Comune di Campiglia e l’associazione culturale “Amici di Populonia”.

Il convegno è incentrato sull’esperienza storica e attuale della Val di Cornia in tema di produzioni tipiche. Studiosi, ricercatori e docenti universitari si confronteranno di fronte a studenti e laureati in varie discipline con le problematiche giuridiche, alimentari, produttive e promozionali dei prodotti che caratterizzano un determinato territorio. Si tratta in pratica di un corso a carattere interdisciplinare che si sta svolgendo alla Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa su “Diritto agro-alimentare e prodotti tipici” (48 ore, 4 crediti formativi) rivolto a studenti, laureati, specializzandi e ricercatori.

Della specifica esperienza della Val di Cornia tratterà il presidente del Circondario Rossano Pazzagli (I prodotti tradizionali della Val di Cornia: storia e strategie di valorizzazione), con l’illustrazione delle principali iniziative attualmente in corso presso il Circondario: dalla richiesta di marchi igp o dop per spinaci e carciofi alla organizzazione del salone dell’agroalimentare “New Tuscany”, che si terrà a giugno nel polo fieristico di Venturina.

Questo è il secondo anno consecutivo che la Val di Cornia ospita attività formative della Scuola Superiore Sant’Anna, dopo che un analogo seminario sul paesaggio rurale fu tenuto l’anno scorso a Suvereto.
“Continua in questo modo l’impegno del Circondario per la valorizzazione dei prodotti agricoli – dice Rossano Pazzagli – ma l’iniziativa è anche un esempio dell’importanza della collaborazione tra università e territorio, specialmente su tematiche come quella dei prodotti agroalimentari, che ormai sono al centro dell’economia della nostra zona.”

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 19.5.2004. Registrato sotto Senza categoria. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO MANCA AL TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON LA CEVITAL DI ISSAD REBRAB?

    Se non viene rescisso il contratto, o rinnovato l'accordo di programma, dal 1° luglio Rebrab non avrà più vincoli con lo Stato italiano, diventerà "Padrone" a tutti gli effetti, e potrà disporre delle sue società e del personale in queste assunto come meglio crederà. Questo avverrà
    3 mesi, 23 giorni, 9 ore, 17 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. P.I. 01409010491
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2015 CorriereEtrusco.it