APERTE LE ISCRIZIONI A «UN ESTATE PER CRESCERE 2004»

Sport, divertimento e socialità: il programma delle attività estive per bambini e ragazzi proposto dal Comune di Piombino in collaborazione con le cooperative e le associazioni locali.

Dal tennis alla vela, dalla pittura al nuoto, dal bricolage allo studio della lingua araba: ce n’è davvero per tutti i gusti nel programma di attività estive per minori, coordinato anche quest’anno dall’amministrazione comunale con la gestione operativa di cooperative e associazioni cittadine. Un’estate per crescere, questo lo slogan scelto per rappresentare l’obiettivo principale che accomuna iniziative diverse in un unico progetto ludico-educativo, raccoglie progetti ormai consolidati e nuove proposte, rivolte a bambini e ragazzi da 3 a 18 anni.

Tra gli organizzatori, con gli assessorati allo Sport e Politiche Sociali, figurano Ass. Gaibila, Uisp, Soc.Nuoto Piombinese, Ass.Tennistica Piombinese, Ass. Pubblica Assistenza Riotorto, Centro Velico Piombinese, Arci Ragazzi, Coop. Cuore, Coop. Il Quadrifoglio.

“Si tratta di un lavoro di sinergia”, spiega l’assessore Simonetta Polverini, “teso a garantire in estate la continuità di servizi educativi e ricreativi per l’infanzia e l’adolescenza, con proposte ludiche ma al tempo stesso formative. Il programma ha inoltre un obiettivo sociale, poiché consente alle famiglie dove entrambi i genitori lavorano di affidare i propri figli a strutture e soggetti qualificati anche nel periodo di sospensione delle attività scolastiche”.
Leggi Tutto…


Nel pieno spirito vacanziero, corsi, giochi e laboratori si svolgono in prevalenza all’aperto, presso gli impianti sportivi, sulle spiagge e nelle pinete del territorio. L’edificio di Franciana (ex scuola elementare) si conferma sede di “vacanze residenziali al mare”, per soggiorni di cinque giorni ciascuno: “L’esperienza attuata in questi anni presso la scuola di Franciana, come centro di attività destinate ai giovani” – commenta ancora l’assessore Polverini – “sarà ulteriormente valorizzata e non solo per il periodo estivo. C’è infatti l’intenzione, discussa dalla Conferenza dei Sindaci, di farne un punto di accoglienza e di servizio per tutta la Val di Cornia e non solo: il progetto è di renderla usufruibile come ostello per la gioventù e per scambi di ospitalità con altre realtà locali, utilizzando le opportunità offerte dalla progettazione e dai finanziamenti regionali in materia”.

Tra le tante attività consolidate, una novità assoluta per questa estate 2004 è rappresentata da Divacon, un progetto di socializzazione e educazione alla mondialità tra ragazzi piombinesi e saharawi, figli del popolo originario del Sahara occidentale che oltre venticinque anni vive esule nel deserto algerino. Il programma prevede due momenti di contatto: un primo incontro di 15 giorni si svolgerà a Piombino nel mese di agosto, mentre un secondo incontro del gruppo avrà luogo presso i campi saharawi di Tinduff, nella prima settimana di settembre: “Una forte scommessa” – così l’assessore definisce l’originale e ambizioso progetto – che si inserisce nel percorso che il Comune e la collettività locale hanno da tempo intrapreso con i gemellaggi, i progetti di cooperazione, i patti di amicizia e le altre iniziative di accoglienza, solidarietà e collaborazione internazionale”.
Abbiamo ritenuto estremamente formativo, soprattutto in questo particolare momento di crisi, offrire ai nostri ragazzi un’occasione per conoscere da vicino una cultura così diversa e riflettere sul fatto che non tutti i loro coetanei godono degli stessi diritti fondamentali, per noi scontati”.

Tutte le proposte per l’estate 2004, con le informazioni sulle caratteristiche, le iscrizioni, i costi, i responsabili ed i loro recapiti, sono raccolte in un opuscolo disponibile anche presso l’Ufficio Sport e L’Urp del Comune di Piombino.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 18.5.2004. Registrato sotto Senza categoria. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO MANCA AL TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON LA CEVITAL DI ISSAD REBRAB?

    Se non viene rescisso il contratto, o rinnovato l'accordo di programma, dal 1° luglio Rebrab non avrà più vincoli con lo Stato italiano, diventerà "Padrone" a tutti gli effetti, e potrà disporre delle sue società e del personale in queste assunto come meglio crederà. Questo avverrà
    3 mesi, 22 giorni, 9 ore, 34 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. P.I. 01409010491
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2015 CorriereEtrusco.it