SS 398: MONITORAGGIO LAVORI FINO A GIUGNO

Soddisfazione per l’incontro di Firenze con l’Anas: a fine maggio 2004 termineranno i lavori del fondo stradale della 398.

Positivo l’incontro di venerdi 19 marzo in Regione Toscana per affrontare la questione dei lavori sulla 398, al quale erano presenti l’ing. Liani, direttore regionale dell’Anas, l’ing. Sestini direttore dei lavori sulla 398, il Sindaco di Piombino Guerrieri, il presidente del Circondario Rossano Pazzagli, il presidente dell’Autorità Portuale Tabani ed alcuni dirigenti regionali.

Gli amministratori locali unanimamente hanno espresso di fronte alla Regione ed all’Anas le fortissime preoccupazioni del territorio della Val di Cornia, ribadendo che “non sono più accettabili ulteriori ritardi e che è necessario conoscere con certezza la data di apertura dell’opera”. Rispetto a queste richieste il direttore dell’Anas ha teso a spiegare i ritardi con le varie interferenze di carattere tecnico avvenute negli anni scorsi e comunque ha assicurato che i lavori per la realizzazione del fondo stradale della S.S. 398 saranno ultimati entro fine maggio 2004, dopodichè resteranno da installare le barriere di sicurezza e la segnaletica; si prevede quindi che l’apertura dell’asse principale della strada (con l’esclusione dello svincolo di Ponte di Ferro) avvenga nel periodo compreso tra la fine di giugno e l’inizio luglio 2004, in tempo per affrontare il grande traffico estivo.

“Abbiamo inoltre richiesto – dice il presidente del Circondario Rossano Pazzagli – che Anas, come stazione appaltante, usi il pugno di ferro nei confronti della Sales, ditta esecutrice, ed abbiamo concordato che una volta al mese, da qui a giugno, presso i locali del Circondario, ci sia un monitoraggio dell’avanzamento dei lavori”, perchè
“non vogliamo ritrovarci coi lavori fermi senza saperlo, ma anzi vogliamo vedere se i tempi saranno effettivamente rispettati”.
Il presidente del Circondario si è quindi preso l’impegno di convocare a fine aprile, a fine maggio, ed a giugno specifici incontri con Anas e Sales per tenere sotto monitoraggio l’avanzamento dei lavori.

A margine di questo incontro è stata anche affrontata la questione del prolungamento della 398 fino al porto ed è stata espressa da Pazzagli, Guerrieri e Tabani la preoccupazione per la progettazione non ancora disponibile, affinchè questa strada debba continuare ad essere per le istituzioni locali e per l’Anas una priorità.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 20.3.2004. Registrato sotto Senza categoria. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO MANCA AL TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON LA CEVITAL DI ISSAD REBRAB?

    Se non viene rescisso il contratto, o rinnovato l'accordo di programma, dal 1° luglio Rebrab non avrà più vincoli con lo Stato italiano, diventerà "Padrone" a tutti gli effetti, e potrà disporre delle sue società e del personale in queste assunto come meglio crederà. Questo avverrà
    3 mesi, 19 giorni, 5 ore, 2 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. P.I. 01409010491
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2015 CorriereEtrusco.it