IL PROMONTORIO DI POPULONIA: DALLA RICERCA AL PARCO

Venerdì 2 aprile presso l’Hotel Phalesia di Piombino saranno presentati i risultati delle recenti indagini e il progetto per l’ampliamento del parco archeologico di Baratti e Populonia.

Il secondo lotto del Parco Archeologico di Baratti-Populonia, che comprendente essenzialmente l’area dell’Acropoli, è ormai in fase di realizzazione. A questo progetto si è giunti dopo anni di scavi estremamente interessanti e ricchi di risultati, che hanno consentito di fare ampia luce sullo sviluppo urbano di quello che viene considerato il cuore politico-religioso prima della città etrusca e poi di quella romana.

Per illustrare i risultati delle ricerche e presentare il progetto di sistemazione dell’area, il Comune di Piombino e la Parchi Val di Cornia S.p.A. in collaborazione con il Ministero per i Beni e le Attività Culturali organizzano una giornata di studio, con la partecipazione della Regione Toscana, della Soprintendenza Archeologica per la Toscana e delle Università di Pisa, Siena, Firenze, Venezia e L’Aquila.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 17.3.2004. Registrato sotto Senza categoria. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata quella di vero inizio della crisi economica di Piombino. Da allora sono passati solo
    5 mesi, 11 giorni, 2 ore, 18 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. P.I. 01409010491
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2015 CorriereEtrusco.it