GAYPIOMBINO.IT UN SITO PER PARLARE DI OMOSESSUALITA’

E’ attivo da pochi giorni www.gaypiombino.it, il sito del coordinamento piombinese gay lesbico bisex e transessuale.

Il Presidente dell’associazione Andrea Panerini, studente universitario, ci spiega l’obiettivo di questa iniziativa: abbattere le barriere psicologiche contro ogni sorta di diversità.

Cosa vi ha portato a creare un coordinamento gay a Piombino?
Il desiderio di portare alla ribalta problematiche sociali e culturali , mai
prima affrontate nel nostro territorio, uno dei piu’ arretrati della
Toscana.

Avete incontrato difficolta sul territorio? Se si, dove e quali?
Piombino e i paesi della Val di Cornia hanno risposto meglio di quanto
pensassimo, non ci sono stati episodi negativi rilevanti a parte qualche
scherzo balordo.
Leggi Tutto…

Quale è la mentalità dei Piombinesi sul problema omosessualità?

Chiuso, maledettamente chiuso. Il problema, per la maggior parte, non
esiste. I gay non ci sono, oppure sono pochissimi e tutti nel calderone
stereotipato degli effemminati. In questo modo si rassicurano nei confronti
della propria virilità. L’idea che una persona assolutamente uguale a loro
sia omosessuale li terrorizza evidentemente.

Come vi rapporterete, se vi rapporterete, con la chiesa locale?
Le porte del dialogo per noi sono spalancate. Vedremo se anche le loro lo sono.

Quali sono le tematiche che più interessano a un omosessuale piombinese?
Visibilità, tranquillità, riconoscimento del proprio status a livello
sociale anche attraverso gli strumenti legislativi e amministrativi che
possono essere adottati, come il registro delle coppie di fatto. Questa è
una rivendicazione che porteremo avanti con forza.

Esiste qualche partito che a livello locale secondo voi più le rappresenta?
Le uniche comunicazioni ufficiali le abbiamo ricevute da Rifondazione
Comunista, Verdi e Nuova Piombino. Assordante e preoccupante il silenzio dei
Democratici di Sinistra. PRC e Verdi hanno anche promesso di inserire nel
loro programma le nostre rivendicazioni.

Descrivete cinque motivi validi per cui un omosessuale dovrebbe iscriversi
all’associazione.

Io rispondo dicendo che anche un eterosessuale dovrebbe iscriversi al nostro
Movimento e infatti sono diversi gli etero iscritti finora, si sfiora il 20% del totale. Si iscriva chi ha a cuore la lotta a qualsiasi tipo di discriminazione e, secondo quello che dice l’articolo 2 del nostro statuto, si riconosce nei valori della pace, della solidarietà, della Repubblica
fondata dalla Resistenza e dell’integrazione tra diversi gruppi sociali e di altro tipo.
Per un omosessuale la risposta è semplice: per mandare avanti le
rivendicazioni per il riconoscimento dell’omosessuale come persona e come
cittadino uguale a tutti gli altri e poi perche ci divertiremo e faremo
amicizie.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 10.3.2004. Registrato sotto Senza categoria. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO MANCA AL TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON LA CEVITAL DI ISSAD REBRAB?

    Se non viene rescisso il contratto, o rinnovato l'accordo di programma, dal 1° luglio Rebrab non avrà più vincoli con lo Stato italiano, diventerà "Padrone" a tutti gli effetti, e potrà disporre delle sue società e del personale in queste assunto come meglio crederà. Questo avverrà
    3 mesi, 16 giorni, 13 ore, 4 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. P.I. 01409010491
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2015 CorriereEtrusco.it