SAN VINCENZO: 8 MARZO SOLIDARIETA’ CON LE DONNE DI GOMA

Il Comune di San Vincenzo ha conferito il 4 ottobre del 2002 la cittadinanza onoraria a suor Madlaine Kissoni di Goma, città del Congo devastata dalla guerra civile, da un vulcano che ha sommerso più della metà delle abitazioni e dalle malattie come l’AIDS.
In seguito a questa relazione avviata con la nostra nuova concittadina il Comune, su proposta della Kissoni, ha deciso di finanziare un progetto di alfabetizzazione rivolto a 160 donne povere di Goma.

Il Progetto si prefigge di insegnare a scrivere e a leggere alle donne che non hanno mai avuto l’opportunità di andare a scuola; provare a dar a loro una piccola formazione familiare, morale, civile, economica, sanitaria, religiosa; aiutarle a organizzarsi tra di loro per lottare contro la miseria sempre profonda a causa della terribile guerra che sta rovinando il Congo dal 1996.

Il finanziamento inviato dal Comune di San Vincenzo, tramite l’Organizzazione Non Governativa “Mungano” di Parma, è stato di 6000 €, già arrivati in Congo e consegnati alla signora Kissoni.
In occasione dell’8 marzo le donne di Goma coinvolte nel progetto di alfabetizzazione hanno inviato un messaggio, indirizzato alle donne di San Vincenzo.

Così lunedì 8 marzo, nel corso della manifestazione che, dalle 15,30, si svolgerà presso la Sala Consiliare del Comune promossa dalle donne dello SPI-CGIL insieme all’Auser e al Volontariato, questo documento verrà letto pubblicamente…
Leggi Tutto…


SOCCORSO ALLE MADRI ANALFABETE NELLA CITTA’ DI GOMA
REPUBBLICA DEMOCRATICA DEL CONGO

Alla vigilia della giornata internazionale della donna, le 160 donne riunite in seno al “SOCCORSO ALLE DONNE ANALFABETE NELLA CITTA’ DI GOMA”, tramite le donne di San Vincenzo vorrebbero dichiarare ai Paesi e alle Nazioni che sostengono la guerra:

· Che cessino di annientare i deboli con le armi
· Che sono responsabili di queste guerre che si ritorcono contro le donne, le ragazze, non soltanto violentate ma anche costrette ad affrontare l’HIV/AIDS, come conseguenza degli stupri, che non risparmia neanche i bambini nel grembo materno.

Noi denunciamo al mondo che le donne del Congo, in un territorio in guerra, e i bambini che hanno meno di 10 anni vengono violentati. Le ragazze vengono scandalosamente rapite e vendute dalle bande armate nella savana e ritornano con gravidanze indesiderate da cui la morte o l’aborto forzato.

Vorremmo approfittare di questa occasione per ringraziare le organizzazioni che aiutano quelle donne (circa 1000) violentate durante la guerra e di cui tutte sono condannate a fistole vescicolo- vaginali.
Noi gridiamo al mondo intero “CESSATE DI VIOLENTARE LE RAGAZZE E LE DONNE” questo è il messaggio delle donne di Goma in occasione della Festa della Donna dell’8 Marzo 2004.

Tutta la nostra gratitudine va alle donne del Comune di San Vincenzo e BUONA FESTA DELLA DONNA.
Vogliate porgere anche al Sindaco i miei più sinceri e cordiali saluti.

Marie Madeleine KISONI

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 6.3.2004. Registrato sotto Senza categoria. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata quella di vero inizio della crisi economica di Piombino. Da allora sono passati solo
    5 mesi, 13 giorni, 6 ore, 0 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. P.I. 01409010491
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2015 CorriereEtrusco.it