APRE LA MOSTRA «COSTRUTTORI DI PACE TRA IL XX E IL XXI SECOLO»

Si apre venerdì 6 febbraio nel Palazzo della Cultura di San Vincenzo, la mostra Costruttori di pace tra il XX e il XXI secolo. L’esposizione che si sviluppa lungo un percorso espositivo composto da 35 pannelli, ricchi di fotografie e testi rimarrà aperta fino al 14 febbraio per poi proseguire a Piombino, dove sarà esposta a Palazzo Appiani dal 15 al 22 febbraio. Ingresso gratuito.

La mostra è promossa dall’Istituto Buddista Italiano Soka Gakkai con il Comune di San Vincenzo, il Comune di Piombino e la Circoscrizione Porta a Terra Desco.

«Costruttori di pace tra il XX e il XXI secolo» sarà inaugurata a San Vincenzo, venerdì 6 alle ore 16.00, alla presenza del Sindaco Carlo Alberto Roventini, dell’Assessore alla Pubblica Istruzione e Sicurezza Sociale, Paolo Corzani e del direttore dell’Istituto Buddista Italiano Soka Gakkai, Valeria Venturi.

Nell’occasione sarà presentato per la prima volta un dipinto su tavola, realizzato dall’artista Daniele Govi, che rappresenta i “maestri di pace”. L’opera sarà esposta permantemente nel Palazzo della Cultura.
Costruttori di pace tra il XX e il XXI secolo è l’occasione per conoscere da vicino le figure di tre uomini di pace del nostro tempo: Martin Luther King, Mohandas K.Gandhi e Daisaku Ikeda. Scopo della mostra è quello di sensibilizzare il visitatore al valore della pace attraverso l’esempio di persone che hanno saputo lottare con coraggio, per migliorare la società.

La lotta per l’indipendenza nell’India di Gandhi, la rivendicazione dei diritti dei neri nell’America di King e l’impegno di Ikeda nella costruzione di una società pacifica “a misura della gente comune”. Gandhi, King ed Ikeda, pur partendo da tradizioni così distanti come l’induismo, il protestantesimo e il buddismo sono accomunati da un identico atteggiamento di impegno e di responsabilità nei confronti della storia.
Tutti e tre hanno scelto di agire ispirandosi ai principi della non violenza e nel pieno rispetto della sacralità della vita.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 3.2.2004. Registrato sotto Senza categoria. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO MANCA AL TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON LA CEVITAL DI ISSAD REBRAB?

    Se non viene rescisso il contratto, o rinnovato l'accordo di programma, dal 1° luglio Rebrab non avrà più vincoli con lo Stato italiano, diventerà "Padrone" a tutti gli effetti, e potrà disporre delle sue società e del personale in queste assunto come meglio crederà. Questo avverrà
    3 mesi, 17 giorni, 18 ore, 29 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. P.I. 01409010491
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2015 CorriereEtrusco.it