«NODO ALLA GOLA» IL 28 GENNAIO AL METROPOLITAN

Mercoledì 28 gennaio al Metropolitan di Piombino va in scena «Nodo alla gola» di Patrick Hamilton. Regia di Marco Vaccari con Marco Vaccari e Nino Castelnuovo.

La trama: Due giovani amici rappresentanti della ricca borghesia, nutriti di idee superomistiche, hanno strangolato, per il solo piacere del gesto, un ex compagno di studi, nascondendo il cadavere dentro una cassapanca nel salotto di casa pochi minuti prima dell’arrivo degli invitati ad un loro cocktail party.

Tra gli ospiti c’è Rupert, brillante professore, già docente dei due padroni di casa, l’unico che potrebbe essere in grado di smascherare gli assassini.
1 suoi insegnamenti e le sue idee rivoluzionarie e filosofiche, seppure involontariamente, possono essere stati all’origine di un crimine cosi efferato e disumano?

In nome di una superiorità intellettuale, si può essere in diritto di decidere del destino di chi è ritenuto inferiore?
Un giovane viene ucciso unicamente per un insensato gusto del rischio, per sentirsi superiori agli esseri ordinari che compongono l’umanità. E’ quello che oggi, leggendo la cronaca su un qualsiasi quotidiano, potremmo definire un delitto per distinguersi dalla massa.

La commedia di Patrick Hamilton, ispirata ad un fatto di cronaca nera avvenuto nella Chicago degli anni Venti e diretta sul grande schermo da Alfred Hitchcock, è cinicamente e disperatamente attuale.
Il racconto fluisce nel rispetto delle unità di tempo e di luogo ed è un formidabile esempio di scontro psicologico fra i personaggi e di costruzione dell’intreccio in un crescendo di tensione e di drammatica attesa.

Prezzi o informazioni:
Teatro Metropolitan, piazza Cappelletti, 2 57025 Piombino, LI – Telefono 0565/30385

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 26.1.2004. Registrato sotto Senza categoria. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO MANCA AL TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON LA CEVITAL DI ISSAD REBRAB?

    Se non viene rescisso il contratto, o rinnovato l'accordo di programma, dal 1° luglio Rebrab non avrà più vincoli con lo Stato italiano, diventerà "Padrone" a tutti gli effetti, e potrà disporre delle sue società e del personale in queste assunto come meglio crederà. Questo avverrà
    3 mesi, 18 giorni, 1 ora, 35 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. P.I. 01409010491
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2015 CorriereEtrusco.it