UN PORTALE DEDICATO AI 50 BORGHI PIU’ BELLI D’ITALIA

E’ nato www.borghitalia.it un sito internet, promosso dall’associazione nazionale Comuni d’Italia, per fare un viaggio virtuale tra i cinquanta borghi piu’ belli d’Italia. Una passeggiata tra il camminamento medioevale sotto la Rocca di Cetona e le architetture spontanee in calce bianca del centro storico di Cisternino, in Puglia. Per la Toscana i cinque borghi certificati sono Cetona, Anghiari, Poppi, Barga e Suvereto.

Il portale www.borghitalia.it, promosso dall’Anci è stato presentato alcuni giorni fa a Roma, in Campidoglio; vuole essere una sintesi informativa sul web delle bellezze del Club dei borghi piu’ belli d’Italia.

«Una sorta di censimento – ha spiegato il presidente del Club Fiorello Primi – della bellezza residua del nostro Paese. Un catalogo di cio’ che si e’ salvato dalle devastazioni degli ultimi trent’anni quando, come conseguenza del benessere, forme e materiali dell’ edilizia popolare si sono introdotti nel cuore dei centri storici, che erano rimasti immutati per secoli, in quanto tutto cio’ che era ‘vecchio’ doveva essere buttato».

L’avventura del Club e’ nata nell’ottobre del 2001, con una riunione di sindaci di piccoli Comuni italiani tra cui Rossano Pazzagli.
Nel giro di pochi mesi sono arrivate circa 400 richieste di adesione al Club, che sono state accuratamente vagliate. Tra i requisiti richiesti per l’ammissione, oltre al parametro massimo dei duemila abitanti nel centro storico e 15 mila nell’intero Comune, il borgo deve avere un patrimonio storico, architettonico e urbanistico, che il Comune deve saper valorizzare e conservare.

«L’ammissione di Suvereto a questo selezionato circuito – ha commentato il sindaco Rossano Pazzagli – e’ per noi un riconoscimento al lavoro di tutela e di riqualificazione fatto, specialmente nel centro storico. Ciò è motivo di soddisfazione non solo per noi amministratori, ma per tutti i cittadini e gli operatori che hanno contribuito a valorizzare il nostro territorio».

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 19.1.2004. Registrato sotto Senza categoria. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO MANCA AL TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON LA CEVITAL DI ISSAD REBRAB?

    Se non viene rescisso il contratto, o rinnovato l'accordo di programma, dal 1° luglio Rebrab non avrà più vincoli con lo Stato italiano, diventerà "Padrone" a tutti gli effetti, e potrà disporre delle sue società e del personale in queste assunto come meglio crederà. Questo avverrà
    3 mesi, 22 giorni, 9 ore, 41 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. P.I. 01409010491
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2015 CorriereEtrusco.it