NASCE IL COMITATO-GENITORI INSEGNANTI II CIRCOLO

E’ stato costituito in questi giorni il comitato ‘Genitori-Insegnanti’ del II circolo didattico di Piombino, e tra le prime questioni che il nascente comitato vuole proporre alla cittadinanza vi è una raccolta di firme contro il decreto attuativo della legge 53 (legge Moratti).

Il decreto legislativo attuativo (scuola infanzia, primaria e secondaria di primo grado) della Legge 53/2003 (Riforma Moratti) prospetta a studenti e genitori delle modifiche all’attuale scuola che comportano:

– una riduzione generalizzata del tempo scuola e dell’offerta formativa pubblica.
Il decreto infatti riduce a 27 ore il tempo scuola e abolisce il tempo pieno e l’organizzazione modulare e appalta ad esterni una parte dell’attuale curriculum obbligatorio, rendendolo facoltativo.

– abolisce la pluralità di figure presente sia nel tempo pieno che nell’organizzazione modulare, con l’introduzione dell’insegnante tutor.
In questo modo si cancella la collegialità del lavoro conquistata nell’esperienza decennale della scuola primaria, introducendo una gerarchia che pone in competizione i docenti e impoverisce la qualità dell’insegnamento/apprendimento.

– trasforma la scuola dell’infanzia di fatto in un servizio a domanda individuale, facendola regredire da scuola a supermarket assistenziale.

La Riforma Moratti, conclude il comunicato, porta ad una scuola dove solo chi ha e chi è capace va avanti, accrescendo le differenze sociali, culturali, economiche dei giovani futuri cittadini.

Per informazioni o contatti:
Comitato Genitori-Insegnanti II Circolo
email: genins2circolo@tiscali.it – fax 05657231181

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 21.10.2003. Registrato sotto Senza categoria. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO MANCA AL TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON LA CEVITAL DI ISSAD REBRAB?

    Se non viene rescisso il contratto, o rinnovato l'accordo di programma, dal 1° luglio Rebrab non avrà più vincoli con lo Stato italiano, diventerà "Padrone" a tutti gli effetti, e potrà disporre delle sue società e del personale in queste assunto come meglio crederà. Questo avverrà
    3 mesi, 17 giorni, 1 ora, 47 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. P.I. 01409010491
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2015 CorriereEtrusco.it