SAN VINCENZO: PARTE L’ANNO SCOLASTICO 2003/04

Aumento degli iscritti all’asilo nido comunale, alle scuole materne e alle medie, in leggero calo le elementari; completata la nuova ala delle materne riunificate; iniziative concrete per eliminare le liste di attesa al nido e alla materna.

Questo in estrema sintesi il quadro con cui riapriranno lunedì prossimo le aule dell’Istituto Scolastico Comprensivo di San Vincenzo.
560 alunni suddivisi in 6 classi alla scuola materna (erano 5) , 13 classi alle elementari (14 l’anno passato) con e 9 classi con 3 cicli completi alle medie (erano 8).

Nella grande comunità scolastica sanvincenzina è poi ben visibile l’impegno per l’integrazione scolastica: sono 38 i bambini di Paesi extra Unione Europea, 17 gli alunni “certificati”.
“Purtroppo –afferma Paolo Corzani, assessore comunale alla scuola- all’impegno dell’Istituto Scolastico e del Comune per l’integrazione non ne corrisponde altrettanto dal Governo, che ci ha tagliato un insegnante di sostegno”.

Davanti all’aumento degli iscritti, che ad oggi registrano liste di attesa di 25 bambini al nido comunale e 11 alla materna, Comune e Scuola reagiscono con impegni precisi: “per il nido –spiega Corzani- utilizzeremo la nuova Legge Regionale 13, aprendo un Centro Gioco Educativo, per il cui funzionamento consulteremo i genitori per ascoltarne le esigenze, li incontreremo il prossimo 23 settembre alle ore 17 (Sala Consiliare).
Leggi Tutto…

Alle materne si aprirà una nuova sezione di 11 bimbi, utilizzando gli spazi della scuola elementari liberati dall’ampliamento dell’edificio della scuola materna. Così elimineremo le liste di attesa.
Sul terreno più didattico –conclude l’assessore- come Ente Locale per la Pace abbiamo proposto alla scuola di avviare un progetto permanente di “educazione alla pace”.

La scuola materna, ristrutturata e ampliata, entrerà in funzione da lunedì prossimo e l’inaugurazione ufficiale avverrà a metà ottobre.
Prosegue anche il positivo inserimento delle quinte elementari nell’edificio delle scuole medie (a piano terra), che ospiterà le tre classi, in un progetto di continuità didattica.

L’orario regolare entrerà in vigore, con ogni probabilità, in tutto l’Istituto dal prossimo 29 settembre, contemporaneamente all’avvio del servizio di mensa scolastica.
All’Assessorato del Comune si registra soddisfazione per questo avvio regolare, con tutti i tasselli del mosaico-scuola ormai al loro posto: “anche quest’anno l’ottimo rapporto di collaborazione tra Comune e Istituto Comprensivo ci permetterà di garantire ai nostri bimbi e ragazzi un’offerta formativa di qualità -afferma l’assessore alla scuola- Questo impegno ci consentirà anche di affrontare positivamente i problemi che inevitabilmente emergeranno nella vita di un organismo così complesso e sensibile come la scuola, sempre più chiamata ad essere elemento centrale di sviluppo della nostra comunità.”

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 13.9.2003. Registrato sotto Senza categoria. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO MANCA AL TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON LA CEVITAL DI ISSAD REBRAB?

    Se non viene rescisso il contratto, o rinnovato l'accordo di programma, dal 1° luglio Rebrab non avrà più vincoli con lo Stato italiano, diventerà "Padrone" a tutti gli effetti, e potrà disporre delle sue società e del personale in queste assunto come meglio crederà. Questo avverrà
    3 mesi, 22 giorni, 9 ore, 16 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. P.I. 01409010491
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2015 CorriereEtrusco.it