SUVERETO: IL COMUNE CONTRO IL CARO-SCUOLA

In vista dell’inizio dell’anno scolastico, mentre nelle famiglie si fanno i conti di quanto peseranno sui bilanci familiari degli studenti le spese per libri, zaini, astucci, ecc., il Comune di Suvereto, oltre a sostenere per intero la spesa dei libri per gli alunni delle elementari, interviene anche per sostenere l’acquisto dei libri di testo per la Scuola media e rendere così meno pesanti le spese delle famiglie.

La Giunta ha infatti deliberato un contributo di 1500 euro a favore della “Banca del Libro” istituita presso la locale scuola media e gestita da un gruppo di genitori. La Banca del libro distribuisce ogni anno i libri a tutti quelli che vi aderiscono, per riaverli indietro alla fine dell’anno scolastico. In questo modo i libri resteranno a disposizione degli studenti dell’anno successivo e così via.

Ogni anno vengono acquistati i libri usurati e quelli cambiati.
Ogni studente può così avere tutti i libri pagando la somma di 90 euro, molto inferiore a quella che sarebbe necessaria acquistando singolarmente tutti i testi.

“Questa iniziativa – dice il sindaco Pazzagli – è innanzitutto un concreto aiuto alle famiglie degli studenti, ma è anche un modo per contrastare il consumismo. Oltre che sui libri, bisognerebbe che anche su zaini, cartelle, astucci ecc. non ci fosse la corsa a rincorrere gli oggetti e le firme di moda. Invito quindi le famiglie a non comprare gli articoli più costosi e a resistere ai veri e propri bombardamenti pubblicitari a cui sono sottoposti fin da piccoli i nostri figli, specialmente dalla televisione.”

Oltre all’iniziativa della Banca del libro, ci sono poi, nel corso dell’anno altre iniziative per favorire il diritto allo studio: a Suvereto si applicano sconti del 20 % sui buoni mensa per chi ha due figli e del 40 % per chi ne ha tre o più; inoltre, i bandi comunali per la concessione di “buoni libro” e “borse di studio” per studenti di famiglie a basso reddito.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 27.8.2003. Registrato sotto Senza categoria. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO MANCA AL TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON LA CEVITAL DI ISSAD REBRAB?

    Se non viene rescisso il contratto, o rinnovato l'accordo di programma, dal 1° luglio Rebrab non avrà più vincoli con lo Stato italiano, diventerà "Padrone" a tutti gli effetti, e potrà disporre delle sue società e del personale in queste assunto come meglio crederà. Questo avverrà
    3 mesi, 18 giorni, 16 ore, 20 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. P.I. 01409010491
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2015 CorriereEtrusco.it