APRE IL ”CANTIERE” SULLO SVILUPPO SOSTENIBILE

Il “Cantiere della Democrazia” si presenta e lo fa con una iniziativa pubblica su un tema centrale del mondo contemporaneo: il rapporto tra sviluppo sostenibile e democrazia.

L’incontro avrà luogo l’11 agosto prossimo alle ore 21,00 al Ghibellino di Suvereto, dove i promotori del Cantiere (tra cui Rossano Pazzagli, Dino Franceschini, Lorenzo Centenari e altre 20 persone) illustreranno i caratteri e le finalità di questa nuova aggregazione, nata nella sinistra della Val di Cornia per contrastare le politiche neoliberiste del centro-destra e per contribuire ad un progetto in grado di unire democrazia e governo del territorio, tramite lo studio, la formazione e la partecipazione, costruendo una rete di persone ed approfondendo temi che non trovano spazio sufficiente nelle organizzazioni tradizionali.

Dopo aver divulgato il proprio “manifesto”; dopo aver aperto online una attività di discussione e di formazione sui temi della democrazia, dei diritti e dell’ambiente; dopo aver iniziato un giro di contatto con le associazioni e i movimenti, ora il Cantiere della democrazia lancia il tema dello sviluppo sostenibile e partecipato, come obiettivo irrinunciabile sia a livello generale che locale.

L’iniziativa dell’11 agosto prevede l’incontro con il sociologo Filippo Strati, dello Studio Ricerche Sociali di Firenze. Strati ha condotto, tra le altre cose, una importante ricerca sullo sviluppo sostenibile a livello europeo, che ha coinvolto anche la Val di Cornia, ed è autore del libro “Sviluppo regionale sostenibile” pubblicato dalla Regione Toscana.

Per saperne di più:
http://it.groups.yahoo.com/group/cantiere_della_democrazia/

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 29.7.2003. Registrato sotto Senza categoria. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO MANCA AL TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON LA CEVITAL DI ISSAD REBRAB?

    Se non viene rescisso il contratto, o rinnovato l'accordo di programma, dal 1° luglio Rebrab non avrà più vincoli con lo Stato italiano, diventerà "Padrone" a tutti gli effetti, e potrà disporre delle sue società e del personale in queste assunto come meglio crederà. Questo avverrà
    3 mesi, 19 giorni, 1 ora, 1 minuto fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. P.I. 01409010491
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2015 CorriereEtrusco.it