SEVILLA FLAMENCA DOMENICA AL CONCORDI

Domenica 11 maggio alle ore 21.15 Sevilla flamenca chiuderà la Stagione musicale del Teatro dei Concordi di Campiglia M.ma. Attraverso il virtuosismo della chitarra flamenca da concerto, nelle composizioni dei suoi maggiori autori, passando dal “cante y baile”, in un crescendo forte e dinamico che racchiude gioia, dolore, morte, amore, nello spettacolo si respira l’arte flamenca del capoluogo Andaluso, nel tipico stile dalle antiche radici e dai tratti più ricchi ed affascinanti.

Sofferenza, gioia, abilità del torero, corteggiamento e virilità, sono i sentimenti che i gitani esprimono con il flamenco, con una musica che si intreccia alla forza poetica del canto e alla plasticità della danza: immagini e suoni dove l’amore, l’odio, il sangue, la terra, il destino diventano forma e arte.

Guidati dalle suggestioni sonore delle chitarre di Juan Lorenzo e Federico Pietroni, dalle profonda passione del cantaor Josè Salguero, e travolti dalle complesse e affascinanti coreografie dei ballerini Pilar Carmona e Sergio Javier, si giungerà alla Sevillanas la danza più tipica che prende il nome dalla città medesima. E in un finale coinvolgente e appassionante, il Fin de Fiesta, improvvisazione e divertimento si fonderanno in un ritmo energico e travolgente.

Per informazioni e prenotazioni ci si potrà rivolgere al botteghino del Teatro (tel. 0565 837028) nei giorni di lunedì, mercoledì e venerdì, dalle 9.30 alle 12.30 ed il giorno di spettacolo dalle ore 17.
Il costo dei biglietti è di euro 15,00 interi e euro 12,00 ridotti, questi ultimi riservati a studenti fino a 26 anni, anziani oltre 65, Soci Coop Toscana Lazio.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 9.5.2003. Registrato sotto Senza categoria. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO MANCA AL TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON LA CEVITAL DI ISSAD REBRAB?

    Se non viene rescisso il contratto, o rinnovato l'accordo di programma, dal 1° luglio Rebrab non avrà più vincoli con lo Stato italiano, diventerà "Padrone" a tutti gli effetti, e potrà disporre delle sue società e del personale in queste assunto come meglio crederà. Questo avverrà
    4 mesi, 17 giorni, 4 ore, 7 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. P.I. 01409010491
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2015 CorriereEtrusco.it