”C’ERA UNA VOLTA E…” IL 12 APRILE AL CONCORDI

“C’era una volta e.. una volta, non c’era”, questo il titolo dell’opera buffa in forma di canzone-teatro di stracci che la compagnia de”Gli Angeli del Non-dove” porta in scena, per beneficienza, sabato 12 aprile al Teatro dei Concordi di Campiglia Marittima – ore 21.00.

L’iniziativa viene presentata dall’associazione “Un bambino, un mondo” allo scopo di sostenere i progetti dell’associazione che, come è noto, è particolarmente attiva nei programmi di accoglienza, integrazione socio culturale e nei progetti di solidarietà verso i paesi del terzo mondo.

Si tratta di un opera, scritta e diretta da Pino Bertelli, è musicata e suonata da Massimo Panicucci, che è dedicato agli esclusi della terra, in particolare ai bambini, alle donne, ai vecchi che subiscono ogni forma di violenza. Dal punto di vista artistico “C’era una volta e.. una volta, non c’era”, è parte del progetto di teatro-canzone della Compagnia che vede la realizzazione di una trilogia sulla presenza dell’Angelo necessario nella quotidianità in forma di favola, così come concepito da Lorca, Rilke, Benjamin, Steven, Klee o Pasolini.

Le opere trattano di apparizioni amorose raccontate da angeli, clown, direttori di “circhi delle pulci” e musici, che fanno dello stupore e della meraviglia dei bambini, l’utopia possibile di tutti gli uomini. “Là dove i nostri sogni s’incontrano i nostri cuori si danno del tu”, ecco perché per “Gli angeli del Non-dove” – e non solo – gli angeli, la fantasia, la meraviglia, sono strumenti fondamentali, semi di pace per raccogliere pace.

Per informazioni e prenotazioni è possibile contattare Gabriella (0565.855991), Nerio (0565.855144) e Cristina (0565.851345).

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 10.4.2003. Registrato sotto Senza categoria. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO MANCA AL TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON LA CEVITAL DI ISSAD REBRAB?

    Se non viene rescisso il contratto, o rinnovato l'accordo di programma, dal 1° luglio Rebrab non avrà più vincoli con lo Stato italiano, diventerà "Padrone" a tutti gli effetti, e potrà disporre delle sue società e del personale in queste assunto come meglio crederà. Questo avverrà
    3 mesi, 22 giorni, 13 ore, 22 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. P.I. 01409010491
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2015 CorriereEtrusco.it