STORIA DI UNA VISITA AL MUSEO ARCHEOLOGICO DI PIOMBINO

Lo scorso sabato siamo andati a visitare il nuovo allestimento del Museo archeologico del territorio di Populonia, con sede a Piombino in piazza della Cittadella.
Tra i molti reperti contenuti nelle sale del museo ogni visitatore potrà “scoprire” ed apprezzare anche:

– i ricchi corredi della Tomba ad Edicola del Bronzetto d’Offerente (monili d’oro, d’argento e d’ambra, arredi in bronzo e notevoli esempi di ceramica d’importazione attica a figure nere e a figure rosse e il famoso “bronzetto d’offerente”, probabile elemento terminale di un candelabro, che dette il nome alla sepoltura al momento del suo rinvenimento, nel 1957);

– alcune anfore provenienti dal relitto del Pozzino (sino ad ora esposte al Museo Gasparri di Populonia) e la suggestiva “vetrina-acquario” allestita per l’esposizione-conservazione di alcuni cilindretti di legno di bosso ancora in restauro, cercando di ricreare l’ambiente sottomarino nel quale furono rinvenuti negli anni ’80;

– i reperti provenienti dallo scavo di Poggio del Molino che sono andati ad arricchire il settore relativo all’età del Bronzo;

– infine il mosaico con scena marina, che resterà nella città, in attesa di essere restaurato e collocato definitivamente nel percorso museale.

Per coloro che vogliono ammirare il nuovo allestimento, gli orari di apertura del museo nei mesi di aprile e maggio sono i seguenti:
Dal martedì al venerdì dalle 9.00 alle 17.00;
Sabato e domenica dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 19.00.
Per informazioni:
Museo archeologico del Territorio di Populonia
Tel. 0565 221646 – Fax 0565 260857
e-mail: museocittadella@parchivaldicornia.it

Print Friendly
Scritto da il 7.4.2003. Registrato sotto Senza categoria. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO MANCA AL TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON LA CEVITAL DI ISSAD REBRAB?

    Se non viene rescisso il contratto, o rinnovato l'accordo di programma, dal 1° luglio Rebrab non avrà più vincoli con lo Stato italiano, diventerà "Padrone" a tutti gli effetti, e potrà disporre delle sue società e del personale in queste assunto come meglio crederà. Questo avverrà
    tra 3 giorni, 20 ore, 26 minute

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. P.I. 01409010491
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2015 CorriereEtrusco.it