SOLIDARIETA’ AI BAMBINI DEI CENTRI TERREMOTATI DEL MOLISE

SAN VINCENZO(LI) – 2500 euro dal Comune al paese di Colletorto, in provincia di Campobasso, per la realizzazione di una ludoteca per bambini. Questo è il risultato dell’edizione passata di Osmosi, dove si sono combinate iniziative culturali, intrattenimento e solidarietà.

Fabio Di Bonito, assessore alla cultura, insieme a Giorgia Macchi, direttrice artistica della rassegna Osmosi (che si svolge nel Comune di San Vincenzo durante le festività natalizie) hanno presentato alla stampa il progetto di utilizzo dei fondi raccolti durante gli spettacoli.

Attraverso l’ANCI del Molise l’URP del Comune di San Vincenzo si è messo in contatto con Colletorto, un comune di circa 2800 abitanti della provincia di Campobasso, duramente colpito dal terremoto del 31 ottobre 2002.
Pur non avendo avuto vittime è un Comune in gravi difficoltà: oltre il 70% delle infrastrutture e del patrimonio edilizio è stato gravemente lesionato ed è pericolante.
Collotorto è anche tra i fondatori dell’Associazione “Città dell’Olio”, a cui aderisce anche San Vincenzo.

Alla richiesta di indicare come poter utilizzare i fondi raccolti a San Vincenzo, l’Ufficio del Sindaco di Collotorto ha segnalato la realizzazione di una ludoteca per l’infanzia.
A questo scopo il Comune di San Vincenzo provvederà all’acquisto di giochi e arredi da consegnare all’amministrazione del comune molisano.

L’assessore Di Bonito ha poi ribadito la validità della rassegna Osmosi, in cui il Comune investe con convinzione denaro pubblico affinché, anche grazie alla direzione di Giorgia Macchi, si crei una intensa collaborazione tra le molte Associazioni locali, si offra al pubblico, sempre numeroso e attento, un buon livello culturale degli spettacoli, e si concretizzi lo spirito di solidarietà esistente nella nostra comunità (nel 2001 destinata ad Emergency, nel 2002 alle popolazioni terremotate).

Print Friendly
Scritto da il 2.4.2003. Registrato sotto Senza categoria. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO MANCA AL TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON LA CEVITAL DI ISSAD REBRAB?

    Se non viene rescisso il contratto, o rinnovato l'accordo di programma, dal 1° luglio Rebrab non avrà più vincoli con lo Stato italiano, diventerà "Padrone" a tutti gli effetti, e potrà disporre delle sue società e del personale in queste assunto come meglio crederà. Questo avverrà
    21 giorni, 0 ore, 35 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. P.I. 01409010491
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2015 CorriereEtrusco.it