LA REGIONE E 60 ENTI LOCALI ADOTTANO GLI OSPEDALI DI EMERGENCY

Adottare un ospedale di Emergency: è quanto si è impegnata a fare la Regione Toscana, insieme a 60 enti locali, tra cui tutti i Comuni della Val di Cornia, per i quali il presidente del Circondario Rossano Pazzagli ha firmato il 24 Marzo a Firenze un protocollo di intesa con l’organizzazione guidata da Gino Strada. Per Emergency era presente la presidente Teresa Strada, la moglie del chirurgo, in questo momento già presente nel nord Iraq.

Le attività, che verranno sostenute dagli enti locali toscani, riguarderanno l’assistenza chirurgica e sanitaria alle vittime di guerra, anche attraverso la costruzione di centri chirurgici e di riabilitazione, posti di primo soccorso, centri sanitari, la fornitura di attrezzature medico-chirurgiche, la fornitura di medicinali, la formazione e l’aggiornamento degli operatori sanitari e amministrativi dei Paesi interessati.

Sono sette gli ospedali e le strutture sanitarie da adottare: si tratta di quelli di Anabah e Kabul in Afghanistan, quello di Goderich in Sierra Leone, di Battambang in Cambogia, di Sulaymania e di Erbil in Iraq, e il centro di maternità di Anabah in Afghanistan.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 25.3.2003. Registrato sotto Senza categoria. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO MANCA AL TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON LA CEVITAL DI ISSAD REBRAB?

    Se non viene rescisso il contratto, o rinnovato l'accordo di programma, dal 1° luglio Rebrab non avrà più vincoli con lo Stato italiano, diventerà "Padrone" a tutti gli effetti, e potrà disporre delle sue società e del personale in queste assunto come meglio crederà. Questo avverrà
    2 mesi, 19 giorni, 14 ore, 21 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. P.I. 01409010491
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2015 CorriereEtrusco.it