SOCIALFORUM: LA VAL DI CORNIA VUOLE LA PACE

Volentieri pubblichiamo:

C’è una convinzione che si sta radicando nel nostro territorio, è una volontà senza etichette, senza padroni, è la forza di un’azione, di una passion; è la costruzione della pace. È un semplice gesto di coscienza civile e di impegno personale, segno di un dissenso diffuso verso quella guerra globale permanente e preventiva che ci vogliono propinare come giusta ed inevitabile.

È la forza dell’arcobaleno della pace che coinvolge e che contamina, che semina speranza per un futuro di PACE. Tramite il semplice gesto di stendere fuori dalla finestra o dal proprio balcone la bandiera della pace molti singoli cittadini e associazioni hanno dato un’efficacia comunicativa e creativa ad un sentimento diffuso di no alla guerra; un “no senza se e senza ma” come è stato detto anche al Social Forum Europeo di Firenze.

Siamo convinti che è proprio dall’impegno personale, dalla contaminazione di percorsi e pensieri diversi dalla paziente costruzione quotidiana di un’altemativa possibile che può nascere e crescere con forza un movimento di persone coscienti e consapevoli della propria importanza e del proprio valore per la difesa dei diritti di tutti i cittadini del mondo.
La pace è sicuramente il primo di questi diritti per tutti gli uomini.

Richiedere quindi di compiere un gesto di sensibilizzazione verso chi ci è più vicino, come è quello di stendere una bandiera della pace dal balcone dì casa, altro non è che una richiesta di attivazione e di risveglio della coscienza civile di ognuno d noi anche per questo che il Social Forum di Piombino ha aderito alla campagna nazionale Bandiere di Pace da ogni balcone già dal 1 Novembre quando ha organizzato in piazza Cappelletti l’iniziativa dal tema “la guerra non ha mai senso perché non porta con se alcun tipo d vittoria”.

Invitiamo tutta al cittadinanza a continuare con la mobilitazione per la pace affiggendo le bandiere della pace, che possono essere prenotate presso la Bottega del Commercio Equo e Solidale in piazza della Costituzione n°5, ma anche lenzuola e strisce bianche dai balconi, finestre, borse, biciclette, auto ecc..

Invitiamo inoltre a partecipare alla manifestazione a Roma il 15 Febbraio per gridare il nostro no alla guerra `senza se e senza ma”, prenotando un posto sul treno speciale o sugli autobus presso la sede della CGIL (0565.26001), di Rifondazione (0565.37002), di Samarcanda (0565.226204), dell’ARCI (0565.221310) e alla Bottega del Commercio Equo, Per qualsiasi informazione è’ comunque possibile contattare il Piombino Social Forum anche via email a: piombinosocialforum@yahoo.it

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 31.1.2003. Registrato sotto Senza categoria. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO MANCA AL TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON LA CEVITAL DI ISSAD REBRAB?

    Se non viene rescisso il contratto, o rinnovato l'accordo di programma, dal 1° luglio Rebrab non avrà più vincoli con lo Stato italiano, diventerà "Padrone" a tutti gli effetti, e potrà disporre delle sue società e del personale in queste assunto come meglio crederà. Questo avverrà
    3 mesi, 17 giorni, 23 ore, 38 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. P.I. 01409010491
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2015 CorriereEtrusco.it