NATALE 2003: IL MESSAGGIO DEL PAPA

Il messaggio del Papa:
“Gesù nasce per l’umanità
che va in cerca della pace”.

Il Papa vuole ricordalo al mondo nella notte di Natale, quando tutta la Chiesa, con una liturgia solenne e antichissima, rivive la nascità di Gesù, uno degli eventi fondanti la sua fede. “Gesù – afferma ancora il Papa nell’omelia della messa di mezzanotte – nasce per ogni uomo oppresso dal peccato, bisognoso di salvezza e assetato di speranza”.

“Gesù nasce per
l’umanità che va in cerca di libertà e di pace”. Il Papa
l’ha ricordato al mondo nella notte di Natale, quando tutta la
Chiesa, con una liturgia solenne e antichissima, ha rivissuto la
nascità di Gesù, uno degli eventi fondanti la sua fede.

“Gesù – afferma ancora il Papa nell’omelia della messa di
mezzanotte – nasce per ogni uomo oppresso dal peccato, bisognoso
di salvezza e assetato di speranza”.

E “l’icona del Natale” altro non è che “un fragile
neonato, che le mani di una donna proteggono con poveri panni e
depongono nella mangiatoia”. Questa icona, rammenta Giovanni
Paolo II citando san Paolo, “ci insegna a rinnegare l’empietà
e i desideri mondani e a vivere con sobrietà, giustizia e
pietà”. Attraverso l’immagine del Cristo bambino “é
possibile anche per noi, uomini del terzo millennio – aggiunge
papa Wojtyla – incontrare Cristo e contemplarlo con gli occhi di
Maria”.

“Il bambino giacente nella povertà di una mangiatoia:
questo è il segno di Dio. – sottolinea il Pontefice – Passano i
secoli e i millenni, ma il segno rimane, e vale anche per noi,
uomini e donne del terzo millennio. E’ segno di speranza per
l’intera famiglia umana: segno di pace per quanti soffrono a
causa di ogni genere di conflitti; segno di liberazione per i
poveri e gli oppressi; segno di misericordia per chi è chiuso
nel circolo vizioso del peccato; segno d’amore e di conforto per
chi si sente solo e abbandonato”.

La Basilica di San Pietro era gremita in occasione della tradizionale messa di Natale. Ed è stata letta anche una preghiera in arabo da uno dei fedeli. Il Papa, con le sue parole, ha voluto poggiare il suo sguardo sulla situazione del Medio Oriente e sulla Palestina.
E alle 11,30, il Papa impartirà, da San Pietro, la benedizione Urbi et Orbi. Si collegheranno 50 paesi da tutti i continenti.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 25.12.2002. Registrato sotto Senza categoria. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata quella di vero inizio della crisi economica di Piombino. Da allora sono passati solo
    5 mesi, 12 giorni, 22 ore, 6 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. P.I. 01409010491
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2015 CorriereEtrusco.it