ADOTTA UNA PIGOTTA: SALVA UNA VITA

Terzo appuntamento con l’iniziativa di solidarietà promossa dall’Unicef

Mentre ci apprestiamo a celebrare le festività natalizie, in molti paesi del mondo infuria la guerra e la carestia miete milioni di vite umane. A farne le spese sono in particolare i bambini ed è proprio a loro che sono destinati molti progetti umanitari realizzati dall’UNICEF, come il tradizionale ADOTTA UNA PIGOTTA, al quale anche la città di Piombino partecipa ormai da alcuni anni.

Adottando una Pigotta (bambola di pezza realizzata artigianalmente da volontari) con un’offerta minima di 20 euro, si provvede alla vaccinazione completa di un bambino contro le principali malattie dell’infanzia: tetano, pertosse, poliomielite, morbillo, difterite e tubercolosi; quest’anno, nella formula Plus, è compreso anche un complesso di vitamine fondamentali per la crescita.

La città ha ormai un ruolo importante nella raccolta di fondi, a livello provinciale e nazionale: solo nella scorsa edizione, 233 bambini hanno beneficiato della sensibilità dei piombinesi, che hanno confezionato ed acquistato le “bambole della vita”. Un contributo importante, al quale hanno contribuito in maniera determinante le associazioni, le scuole, il volontariato ed tutti coloro che hanno partecipato a titolo privato.

Per questa edizione 2002 la collaudata iniziativa, pur mantenendo il coordinamento dell’URP del Comune e la supervisione del Comitato provinciale Unicef di Livorno, vede un maggior coinvolgimento diretto delle associazioni e del volontariato, che gestiranno in proprio la vendita delle Pigotte presso lo stand autorizzato, allestito il 14 e 15 dicembre in piazza della Costituzione (all’interno della manifestazione Stradarte) e dal 18 al 24 dicembre in piazza Verdi.

Quest’anno deve essere sottolineato anche il grande contributo organizzativo fornito dal corpo dei Vigili del Fuoco di Piombino, che ha messo a disposizione la tenda da campo, le attrezzature, la presenza costante di un automezzo e del personale.

Print Friendly
Scritto da il 12.12.2002. Registrato sotto Senza categoria. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO MANCA AL TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON LA CEVITAL DI ISSAD REBRAB?

    Se non viene rescisso il contratto, o rinnovato l'accordo di programma, dal 1° luglio Rebrab non avrà più vincoli con lo Stato italiano, diventerà "Padrone" a tutti gli effetti, e potrà disporre delle sue società e del personale in queste assunto come meglio crederà. Questo avverrà
    tra 3 giorni, 20 ore, 21 minute

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. P.I. 01409010491
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2015 CorriereEtrusco.it