PROGRAMMARE L’ENERGIA IN VAL DI CORNIA

Con tale iniziativa il Circondario si propone di affrontare il tema delle energie rinnovabili (eolico, in particolare) partendo dal quadro attuale della produzione energetica e dai contenuti del piano energetico regionale, e di avviare il percorso per una nuova programmazione dell’energia, come stabilito nell’intesa sottoscritta con la Regione Toscana lo scorso 30 ottobre.

In tale documento si è rilevato come la Val di Cornia offra già un contributo rilevante alla produzione energetica regionale, fatto che ha determinato una forte pressione ambientale causata dalla presenza della centrale termoelettrica di Tor del Sale, alla quale si sono aggiunte più recentemente le centrali interne allo Stabilimento Lucchini, e dalla fitta rete di elettrodotti sul territorio; si sono dunque riconosciute, sempre in tale intesa, le esigenze di:
– rendere ambientalmente più compatibile la centrale di Tor del Sale;
– razionalizzare la rete delle linee elettriche stabilendo una precisa cornice entro la quale dovranno esplicarsi le iniziative private in questo campo;
– affrontare la questione delle fonti rinnovabili, da considerarsi sostitutive e non aggiuntive rispetto alla già elevata produzione energetica locale.

Per questo il Circondario ritiene necessario procedere alla redazione, con l’ausilio di Regione, Provincia e Enti locali, di un piano energetico locale della Val di Cornia, nell’ambito di un Piano Energetico della Provincia di Livorno da sottoporre all’attenzione dei soggetti rappresentativi del territorio.

All’incontro che si terrà nella sala consiliare di Piombino, alle ore 10 di martedi 17 dicembre
interverranno:
Rossano Pazzagli (Presidente del Circondario della Val di Cornia) Introduzione
Tommaso Franci (Assessore all’Ambiente della regione Toscana) Il piano energetico regionale
Marco della Pina (Assessore all’Ambiente della Provincia di Livorno) La produzione in Provincia di Livorno

Luciano Guerrieri (Sindaco di Piombino) Il polo energetico piombinese
Massimo Serafini (Resp.Naz.questioni energetiche Legambiente)Uscire dalla dipendenza dei combustibili fossili

Sono inoltre previsti interventi di
Amministrazioni locali, Enel, Aziende, Associazioni, Sindacati e Forze politiche .

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 11.12.2002. Registrato sotto Senza categoria. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO MANCA AL TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON LA CEVITAL DI ISSAD REBRAB?

    Se non viene rescisso il contratto, o rinnovato l'accordo di programma, dal 1° luglio Rebrab non avrà più vincoli con lo Stato italiano, diventerà "Padrone" a tutti gli effetti, e potrà disporre delle sue società e del personale in queste assunto come meglio crederà. Questo avverrà
    3 mesi, 23 giorni, 9 ore, 27 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. P.I. 01409010491
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2015 CorriereEtrusco.it