APPELLO PER AMINA LAWAL CONDANNATA ALLA LAPIDAZIONE

Come molti avranno sentito, un’altra donna nigeriana
recentemente è stata condannata a morte per aver avuto un bambino
illegittimo.

Amina Lawal è stata condannata
a morte per LAPIDAZIONE, verrà seppellita fino al collo, e i suoi esecutori
le tireranno delle pietrefino a che non le spaccheranno il cranio e morirà
in maniera dolorosa e orribile.

Amina ha solo trenta giorni per ricorrere in appello.
Per favore, andate sul sito di Amnesty International e firmate la lettera
indirizzata al Presidente della Nigeria.

http://www.amnesty.it/appelli/appellonigeria.php3

p.s.l’altra ragazza nigeriana (Safya) per cui era stata fatta la stessa
campagna è stata salvata; tentar non nuoce neanche ora.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 2.12.2002. Registrato sotto Senza categoria. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO MANCA AL TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON LA CEVITAL DI ISSAD REBRAB?

    Se non viene rescisso il contratto, o rinnovato l'accordo di programma, dal 1° luglio Rebrab non avrà più vincoli con lo Stato italiano, diventerà "Padrone" a tutti gli effetti, e potrà disporre delle sue società e del personale in queste assunto come meglio crederà. Questo avverrà
    1 mese, 20 giorni, 12 ore, 2 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. P.I. 01409010491
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2015 CorriereEtrusco.it