LA PIAZZA TRASFORMATA IN UN AULA SCOLASTICA

da “La Nazione” del 14-11-02

PIOMBINO — Gli studenti degli istituti tecnici, ieri mattina, hanno fatto scuola in piazza Cappelletti.

L’obiettivo dei ragazzi era quello di sensibilizzare l’opinione pubblica sui problemi legati al mondo della scuola, in un giorno particolarmente movimentato, proprio quando nella via parallela si teneva il mercato settimanale.

La campanella è suonata regolarmente alle 8.30, gli studenti si sono messi seduti per terra e hanno cominciato ad ascoltare le lezioni, tenute da altri ragazzi, dietro una cattedra improvvisata sui gradini del Metropolitan.

Tre i filoni seguiti: la pace nel mondo, la riforma Moratti e l’articolo 18. Tutti i temi che sono stati alla base dell’autogestione della scorsa settimana. La piazza però non era eccessivamente gremita, molti invece curiosi che si sono soffermati a vedere e ad ascoltare i ragazzi che hanno continuanto a parlare fino alle 12.30.

L’iniziativa segue l’autogestione e la manifestazione in piazza di martedì scorso che doveva concludere l’occupazione delle scuole.
Per il Liceo così in realtà è stato, visto che i liceali non hanno partecipato a questa ulteriore iniziativa.
In piazza invece c’erano l’Iti Pacinotti, l’Ipc Ceccherelli, , l’Itc Einaudi, l’Ipsia Volta di Piombino e di Venturina.

Print Friendly
Scritto da il 14.11.2002. Registrato sotto Senza categoria. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO MANCA AL TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON LA CEVITAL DI ISSAD REBRAB?

    Se non viene rescisso il contratto, o rinnovato l'accordo di programma, dal 1° luglio Rebrab non avrà più vincoli con lo Stato italiano, diventerà "Padrone" a tutti gli effetti, e potrà disporre delle sue società e del personale in queste assunto come meglio crederà. Questo avverrà
    tra 3 giorni, 20 ore, 18 minute

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. P.I. 01409010491
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2015 CorriereEtrusco.it