PROGETTO ‘MATTEO’ PER IL BURKINA FASO

Martedì 5 novembre l’associazione Shalom, in collaborazione con il Servizio Politiche Sociali del Comune, organizza un incontro pubblico per la presentazione del Progetto Matteo: in questa occasione, che avrà luogo nella Sala del Consiglio del Palazzo Comunale alle ore 16.30, saranno presentati i risultati finora conseguiti, lo stadio dei lavori, la situazione della raccolta fondi e le nuove iniziative per il raggiungimento dell’obiettivo.
Leggi Tutto…

Ogni anno in Burkina Faso migliaia di bambini vengono abbandonati al loro destino: trovare un luogo di accoglienza equivale a ridare loro una speranza di vita.

L’associazione onlus Shalom è da anni impegnata in progetti di solidarietà, che si concretizzano con adozioni a distanza e nella costruzione di pozzi, ospedali e scuole.

Il gruppo piombinese dell’associazione, costituitosi il 4 giugno scorso, ha dato vita al Progetto Matteo, finalizzato alla realizzazione di una casa-famiglia per l’accoglienza dei bambini abbandonati del Burkina Faso.
Il progetto prende il nome dal giovane studente piombinese, scomparso l’anno scorso “nel sogno di giustizia e di pace”, ed intende raccoglierne l’eredità dando nuove opportunità di vita a chi non ha futuro, sopraffatto da fame e sete, malattie e violenze, superstizioni e soprusi.

All’iniziativa hanno già aderito numerosi soggetti pubblici e privati della comunità piombinese e sono stati raccolti fondi che consentiranno di iniziare presto la costruzione: “Il cammino intrapreso fino ad ora” – chiariscono gli organizzatori – “è stato percorso con un grande senso di unità, attraverso l’ascolto, la condivisione e quant’altro abbia consentito, con fermezza, di fa avanzare l’idea e di far marciare il progetto che abbiamo deciso di sostenere.
Da parte nostra c’è la necessità, oltre che il piacere, di parlare con coloro che si sentono interessati a questa nuova esperienza, capace di unire la testimonianza ai fatti”.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 4.11.2002. Registrato sotto Senza categoria. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO MANCA AL TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON LA CEVITAL DI ISSAD REBRAB?

    Se non viene rescisso il contratto, o rinnovato l'accordo di programma, dal 1° luglio Rebrab non avrà più vincoli con lo Stato italiano, diventerà "Padrone" a tutti gli effetti, e potrà disporre delle sue società e del personale in queste assunto come meglio crederà. Questo avverrà
    1 mese, 20 giorni, 10 ore, 6 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. P.I. 01409010491
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2015 CorriereEtrusco.it