PROMO-TOUR SOCIALE IN VAL DI CORNIA

Mercoledi 23 ottobre alle ore 11, presso la Sala Conferenze del Palazzo Comunale di Piombino (Saletta rossa), in Vicolo Sant’Antonio Piombino (LI), sarà presentato il Corso Promo-tour per il turismo sociale in Val di Cornia.

L’Università del Terzo Settore, l’ANPAS, l’ARCI Comitato Regionale Toscano e di Piombino, la SVS di Livorno, in collaborazione con l’Amministrazione Provinciale di Livorno, organizzano un corso di aggiornamento professionale gratuito per 15 operatori del Terzo Settore, dipendenti o equivalenti di organizzazioni di volontariato, cooperazione sociale, imprese no-profit, alberghi, agenzie di promozione turistica ed aziende del settore turistico che già operano o intendono operare nel turismo sociale.

Il progetto, denominato PromoTour sociale in Val di Cornia, è finanziato con il contributo del Fondo Sociale Europeo nell’ambito del Bando Provinciale Multimisura POR ob.3 e della Regione Toscana, per la promozione del Turismo Sociale in Val di Cornia.

Il turismo sociale è ormai una realtà per milioni di persone che vedono nel turismo giovanile, familiare, degli anziani e dei portatori di handicap, un’occasione di crescita culturale e civile. In Europa sono 60 milioni i cittadini a mobilità ridotta che ogni anno scelgono il turismo sociale, ma spesso le strutture ricettive (almeno il 50% in Italia) non hanno caratteristiche e servizi adeguati per la loro accoglienza: sotto accusa la mancanza di infrastrutture, le barriere architettoniche, ma anche la mancanza di una cultura imprenditoriale capace di venire incontro alle esigenze di tutti soggetti svantaggiati.
Sede svolgimento corso:
Pubblica Assistenza Piombino, Via Giordano Bruno, 23 Piombino (LI)
Termine presentazione domande: 08-11-2002.

Leggi Tutto…


SOLIDARIETA’ & PROFITTO

ASSOCIAZIONI E IMPRENDITORI INSIEME A PIOMBINO PER IL PRIMO CORSO DI AGGIORNAMENTO E FORMAZIONE PROFESSIONALE SUL TURISMO SOCIALE “PROMOTUR SOCIALE IN VAL DI CORNIA”

Il turismo sociale è ormai una realtà consolidata che coinvolge milioni di operatori, economici e del volontariato, convinti che il turismo giovanile, della famiglia, degli anziani e dei portatori di handicap, sia anzitutto un’espressione di civiltà ed un momento di crescita culturale, ma anche un’occasione di promozione territoriale e sviluppo economico.
Il turismo sociale è infatti un fenomeno in espansione: si stima, ad esempio, che in Europa siano 60 milioni i cittadini a mobilità ridotta che ogni anno alimentano questo settore. Spesso però le strutture ricettive (almeno il 50% in Italia) e gli addetti non presentano caratteristiche, professionalità e servizi adeguati: sotto accusa la mancanza di infrastrutture, le barriere architettoniche, ma anche la mancanza di una sensibilità e cultura imprenditoriale capace di venire incontro alle esigenze degli utenti.

ORGANIZZATORI CORSO PROMOTUR SOCIALE

Il Circondario della Val di Cornia, in collaborazione con l’Università del Terzo Settore, l’Associazione Nazionale Pubbliche Assistenze, l’ARCI Comitato Regionale Toscano e di Piombino, la SVS di Livorno e la Pubblica Assistenza di Piombino, organizzano un corso di aggiornamento e formazione professionale gratuito per 15 operatori del Terzo Settore, diretto a dipendenti o equivalenti di organizzazioni di volontariato, cooperazione sociale, imprese no-profit, alberghi, agenzie di promozione turistica e aziende che già operano, o intendono operare, in questo particolare settore turistico.
Il progetto, denominato PromoTur sociale in Val di Cornia, è finanziato con il contributo del Fondo Sociale Europeo , Bando Multimisura del Circondario della Val di Cornia POR Ob.3 Misura D1 e della Regione Toscana.

PRESENTAZIONE
Il progetto PromoTur sociale in Val di Cornia è stato presentato stamani, nel corso di una conferenza stampa organizzata dal Comune di Piombino.
La Direttrice dell’Università del Terzo Settore, Antonella Cardone, ne ha illustrato gli elementi di novità ed i contenuti: “L’ambizioso obiettivo che ci proponiamo è quello conciliare esigenze diverse e apparentemente contrastanti, quelle della solidarietà e del profitto.
Per questo il corso PromoTur è aperto anche agli operatori turistici e agli imprenditori, che intendono avvicinarsi con adeguata sensibilità e competenza alle potenzialità di sviluppo di questo settore”.

L’iniziativa, inoltre, contribuirà alla creazione di una rete territoriale tra soggetti diversi (associazioni, volontariato, strutture ricettive, agenzie e uffici turistici), per attivare stabilmente contatti e sinergie tesi migliorare il servizio complessivamente offerto agli utenti.

Se il progetto avrà successo, non si esclude infine un prossimo coinvolgimento diretto degli enti locali in attività di marketing e ulteriore valorizzazione del turismo sociale, in primo luogo il Circondario della Val di Cornia e il Comune di Piombino, un territorio per altro storicamente sensibile alle esigenze degli anziani e dei portatori di handicap, dove operano numerose associazioni no profit: una realtà testimoniata da Milvio Bottai dell’ARCI piombinese, partner del progetto, che ha auspicato l’inserimento di alcuni corsisti all’interno dell’associazione.

“Ritengo estremamente interessante questa iniziativa” – ha detto a questo proposito l’assessore alla Pubblica Istruzione e Servizi Sociali Simonetta Polverini – che rappresenta una svolta importante per la professionalità del volontariato, tradizionalmente attivo all’interno della nostra comunità per il turismo sociale e culturale delle categorie svantaggiate.

La scelta di coinvolgere gli operatori turistici e gli imprenditori, inoltre, è perfettamente rispondente sia alle sollecitazioni che abbiamo ricevuto da parte delle associazioni e degli utenti, sia ai programmi ed alle prospettive di diversificazione e promozione del territorio”.

IL BANDO
Il percorso formativo prevede 220 ore articolate in lezioni in aula (80 ore) e a distanza (20 ore), più uno stage (120 ore) all’interno delle organizzazioni di appartenenza. Le domande dovranno essere presentate entro l’8 novembre presso il Centralino della Pubblica Assistenza di Piombino, dove avrà sede il corso, oppure inviate tramite raccomandata A/R all’Università del Terzo Settore.
E’ a carico dei candidati assicurarsi che la domanda giunga a destinazione entro il termine stabilito (non farà fede la data del timbro postale).
L’ammissione è subordinata al superamento di una selezione che avverrà in base ai titoli e ad un colloquio individuale, teso a verificare le attitudini di comunicazione, socievolezza, sensibilità organizzativa e predisposizione al contatto umano.

Il corso inizierà presumibilmente entro il mese di novembre.

INFORMAZIONI, MODULI E PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE
Università del Terzo Settore
Via F.Turati, 6
56125 Pisa
tel.050.46171/fax 050.506393
e-mail: units@uniterzosettore.it
home page: www.uniterzosettore.it

Pubblica Assistenza
Via G.Bruno, 23
57025 Piombino
tel.0565.226022 (da martedì a venerdì ore 9-13/15-18)

Print Friendly
Scritto da il 21.10.2002. Registrato sotto Senza categoria. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO MANCA AL TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON LA CEVITAL DI ISSAD REBRAB?

    Se non viene rescisso il contratto, o rinnovato l'accordo di programma, dal 1° luglio Rebrab non avrà più vincoli con lo Stato italiano, diventerà "Padrone" a tutti gli effetti, e potrà disporre delle sue società e del personale in queste assunto come meglio crederà. Questo avverrà
    tra 6 giorni, 16 ore, 54 minute

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. P.I. 01409010491
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2015 CorriereEtrusco.it