BENIGNI: UN BURATTINO CON POCO LEGNO

“Pinocchio” di Roberto Benigni è, parlando non da critico cinematografico, ma più umilmente da semplice spettatore, un film che non mi ha molto convinto.

Influenzato da quel capolavoro che è il “Pinocchio” RAI (per intenderci quello con Nino Manfredi, Franco Franchi e Ciccio Ingrassia) e dal fatto che avevo letto che la storia seguiva abbastanza fedelmente l’originale, mi aspettavo qualcosa di un pò diverso da ciò che invece ho visto.

Il film ruota completamente sulla figura di Benigni, tant’è che il ciocco di legno si vede esclusivamente nei primi 3 minuti, e il burattino scolpito da Geppetto prende da subito le sembianze del comico toscano, che però non da mai l’impressione di sentirsi completamente a suo agio nei panni di burattino.

Salta, corre e fa le bizze (troppe ed in continuazione, con il tipico stile che può avere un bimbo di cinquanta anni), con un Geppetto relegato in un ruolo di comprimario (e che si vede in pochissime scene) e con una fata turchina (Nicoletta Braschi) onnipresente sin dal primo fotogramma del film.

Si salva il personaggio di Lucignolo interpretato da Kim Rossi Stuart, l’invenzione dei lecca-lecca che mandano in visibilio Lucignolo, il suo amico Pinocchio, i secondini che glieli sequestrano e i giudici che se ne deliziano nel tribunale di Acchiappacitrulli, mentre condannano il “burattino” alla galera per essersi fatto rubare le monete d’oro da parte del Gatto e la Volpe (i simpatici “Fichi d’India”).

Non un brutto film, ma mi inizia a mancare il Benigni scoppiettante de “Il Mostro” e “Jhonny Stecchino”.

Di la tua clikkando QUI.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 12.10.2002. Registrato sotto Senza categoria. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO MANCA AL TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON LA CEVITAL DI ISSAD REBRAB?

    Se non viene rescisso il contratto, o rinnovato l'accordo di programma, dal 1° luglio Rebrab non avrà più vincoli con lo Stato italiano, diventerà "Padrone" a tutti gli effetti, e potrà disporre delle sue società e del personale in queste assunto come meglio crederà. Questo avverrà
    4 mesi, 21 giorni, 7 ore, 24 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. P.I. 01409010491
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2015 CorriereEtrusco.it