MIGLIORANO I SERVIZI AL PARCO DI MONTIONI

Nel corso dell’ultimo anno al Parco di Montioni sono stati effettuati nuovi interventi e avviati nuovi servizi, grazie al ruolo attivo del Circondario e alle risorse del patto Territoriale.

Ciò arricchisce il sistema dei parchi della Val di Cornia, offrendo ai visitatori la possibilità di apprezzare gli aspetti storici e naturalistici di questo Parco, che è uno dei più estesi della Toscana e costituisce un grande patrimonio ambientale.

Attualmente il parco, che si estende per 7 mila ettari nei territori provinciali di Livorno e Grosseto, è ad accesso libero, e su prenotazione vengono effettuate visite guidate…

Leggi Tutto…

C’è una prima rete di sentieri, con aree attrezzate per il pic-nic, un grande piazzale d’accesso i cui lavori sono in corso di ultimazione, funziona una stazione di posta per cavalli, da alcuni mesi è aperto un ostello ed una casa vacanze, ricavati da due vecchi poderi restaurati (non a caso si chiamano Stalloni 1 e Stalloni 2), è attivo un ristorante.

Una delle risorse del parco è quella di essere percorribile a piedi, in bicicletta ed a cavallo. Sono molti infatti i sentieri che permettono di conoscere la presenza di giacimenti di allume, sfruttati fin dal XV secolo, il villaggio minerario fatto costruire dai Principi di Piombino, Felice ed Elisa Baiocchi, del quale sono ancora ben visibili le miniere, i forni per la cottura, i sistemi di trasporto del materiale.

L’impegno profuso dal Comune di Suvereto per la promozione degli interventi, della Società Parchi per la loro realizzazione e la gestione di alcuni servizi, della Circoscrizione di Riotorto, e di altre associazioni del Circondario della Val di Cornia hanno permesso una prima valorizzazione del Parco, sotto il profilo della fruibilità, a partire dalla porta centrale del Parco, costituita dal piccolo villaggio omonimo, Montioni appunto, da dove partono sentieri per le miniere di allume, per San Lorenzo, Riotorto e Follonica.

Altro aspetto da sottolineare è che il parco interprovinciale di Montioni inizia ad essere una realtà interessante dal punto di vista lavorativo.
L’ostello e la casa vacanze realizzati nel comune di Suvereto sono infatti gestiti ora dalla cooperativa “Nuova Maremma” e durante l’estate hanno accolto i primi turisti e ospitato iniziative a carattere scientifico e culturale.

Tutto questo fa ben sperare per il futuro. D’ora in poi si punterà sulla realizzazione di nuovi sentieri, la preparazione di una guida del parco, ulteriore sistemazione delle aree di Montioni, e su strutture e attività di educazione ambientale. Su tali propositi il Circondario ha pronti altri progetti in corso di finanziamento.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 30.9.2002. Registrato sotto Senza categoria. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO MANCA AL TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON LA CEVITAL DI ISSAD REBRAB?

    Se non viene rescisso il contratto, o rinnovato l'accordo di programma, dal 1° luglio Rebrab non avrà più vincoli con lo Stato italiano, diventerà "Padrone" a tutti gli effetti, e potrà disporre delle sue società e del personale in queste assunto come meglio crederà. Questo avverrà
    2 mesi, 19 giorni, 1 ora, 43 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. P.I. 01409010491
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2015 CorriereEtrusco.it