SABATO LIBERO PER GLI STUDENTI ITC

da “IL TIRRENO” di martedì 10 settembre 2002

PIOMBINO. Il preside Giuseppe Grimaldi è soddisfatto, l’Itc «Einaudi» di Piombino è l’unica scuola superiore della Val di Cornia a introdurre la settimana corta di lezione. In via sperimentale certo «ma per adesso – dicono a scuola – funziona bene e sembrano tutti contenti».
Primo vantaggio pratico: quest’anno gli studenti di «ragioneria» hanno il sabato libero. «Per rendere questa sperimentazione compatibile con i termini di legge, cioè dare almeno 200 giorni di lezione nell’anno scolastico – dice il preside – è stato necessario anticipare di due settimane l’inizio delle lezioni, che sono quindi cominciate già la prima settimana di settembre con l’orario completo».
Per arrivare al numero di ore previsto, è stato anche necessario introdurre un rientro pomeridiano, il venerdì.
Perché questa sperimentazione? All’istituto Einaudi dicono di averla fatta per soddisfare le esigenze di studenti e famiglie: «Ad esempio: gli studenti pendolari faranno un viaggio in meno a Piombino. Inoltre i ragazzi potranno più facilmente dedicarsi alle varie attività sportive nei fine settimana».
Vantaggi anche per le famiglie che saranno più libere nell’organizzazione del fine settimana.
La scuola rimane comunque a disposizione degli studenti il sabato mattina per le iniziative di recupero e di approfondimento, sia individuali sia di gruppo.
«Prima di introdurre la sperimentazione, è stato effettuato un sondaggio dentro all’istituto – dicono a scuola – il gradimento è stato del 90%».
Il collegio dei docenti dell’Istituto Einaudi ha poi approvato all’unanimità la proposta. «L’efficienza della sperimentazione – conclude il preside Grimaldi – sarà verificata nel corso dell’anno, se andrà tutto bene allora la settimana corta sarà ripetuta anche l’anno prossimo».

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 10.9.2002. Registrato sotto Senza categoria. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO MANCA AL TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON LA CEVITAL DI ISSAD REBRAB?

    Se non viene rescisso il contratto, o rinnovato l'accordo di programma, dal 1° luglio Rebrab non avrà più vincoli con lo Stato italiano, diventerà "Padrone" a tutti gli effetti, e potrà disporre delle sue società e del personale in queste assunto come meglio crederà. Questo avverrà
    3 mesi, 19 giorni, 3 ore, 14 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. P.I. 01409010491
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2015 CorriereEtrusco.it