SABATO LIBERO PER GLI STUDENTI ITC

da “IL TIRRENO” di martedì 10 settembre 2002

PIOMBINO. Il preside Giuseppe Grimaldi è soddisfatto, l’Itc «Einaudi» di Piombino è l’unica scuola superiore della Val di Cornia a introdurre la settimana corta di lezione. In via sperimentale certo «ma per adesso – dicono a scuola – funziona bene e sembrano tutti contenti».
Primo vantaggio pratico: quest’anno gli studenti di «ragioneria» hanno il sabato libero. «Per rendere questa sperimentazione compatibile con i termini di legge, cioè dare almeno 200 giorni di lezione nell’anno scolastico – dice il preside – è stato necessario anticipare di due settimane l’inizio delle lezioni, che sono quindi cominciate già la prima settimana di settembre con l’orario completo».
Per arrivare al numero di ore previsto, è stato anche necessario introdurre un rientro pomeridiano, il venerdì.
Perché questa sperimentazione? All’istituto Einaudi dicono di averla fatta per soddisfare le esigenze di studenti e famiglie: «Ad esempio: gli studenti pendolari faranno un viaggio in meno a Piombino. Inoltre i ragazzi potranno più facilmente dedicarsi alle varie attività sportive nei fine settimana».
Vantaggi anche per le famiglie che saranno più libere nell’organizzazione del fine settimana.
La scuola rimane comunque a disposizione degli studenti il sabato mattina per le iniziative di recupero e di approfondimento, sia individuali sia di gruppo.
«Prima di introdurre la sperimentazione, è stato effettuato un sondaggio dentro all’istituto – dicono a scuola – il gradimento è stato del 90%».
Il collegio dei docenti dell’Istituto Einaudi ha poi approvato all’unanimità la proposta. «L’efficienza della sperimentazione – conclude il preside Grimaldi – sarà verificata nel corso dell’anno, se andrà tutto bene allora la settimana corta sarà ripetuta anche l’anno prossimo».

Print Friendly
Scritto da il 10.9.2002. Registrato sotto Senza categoria. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO MANCA AL TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON LA CEVITAL DI ISSAD REBRAB?

    Se non viene rescisso il contratto, o rinnovato l'accordo di programma, dal 1° luglio Rebrab non avrà più vincoli con lo Stato italiano, diventerà "Padrone" a tutti gli effetti, e potrà disporre delle sue società e del personale in queste assunto come meglio crederà. Questo avverrà
    tra 2 giorni, 22 ore, 6 minute

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. P.I. 01409010491
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2015 CorriereEtrusco.it