59° ANNIVERSARIO DELLA BATTAGLIA DI PIOMBINO

Vittorio Meoni interviene alla cerimonia in Palazzo Comunale.

Si conclude domani, con la cerimonia ufficiale, il programma celebrativo per il 59° anniversario della Battaglia di Piombino.

Alle 9.15 le autorità, le associazioni combattentistiche, le rappresentanze degli enti locali saranno ricevute presso il Palazzo Comunale.
Alle 9.30 sarà celebrata nella con cattedrale di Sant’Antimo la Santa Messa in memoria dei Caduti.
La cerimonia pubblica si svolgerà alle 10.30 nella Sala del Consiglio comunale: come di consueto, sarà il Sindaco Luciano Guerrieri a parlare per primo, per dare poi la parola all’oratore ufficiale della giornata, dott. Vittorio Meoni.

Ottant’anni, partigiano nella zona senese e attuale presidente dell’ANPI Toscana, Vittorio Meoni è stato tra i protagonisti della Resistenza ed anche dopo la Liberazione ha rivestito importanti cariche pubbliche e sociali.
Presidente e membro fondatore dell’Istituto Storico della Resistenza di Siena, è direttamente impegnato nel progetto regionale per la raccolta di documenti e testimonianze che facciano piena luce sulle stragi di civili perpetrate dai nazifascisti durante l’occupazione.
Eventi che, del resto, l’ex partigiano ha dolorosamente vissuto in prima persona: dai tedeschi infatti venne fucilato il 28 marzo 1944 e riuscì a salvarsi miracolosamente, unico tra i suoi diciassette compagni.
Alle 11.30 il programma proseguirà con il corteo che dal Palazzo Comunale attraverserà le vie centrali, guidato dalle note della banda cittadina A.Galantara, fino in piazza della Costituzione, dove sarà deposta una corona d’alloro al monumento dedicato ai Caduti per la Libertà.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 7.9.2002. Registrato sotto Senza categoria. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO MANCA AL TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON LA CEVITAL DI ISSAD REBRAB?

    Se non viene rescisso il contratto, o rinnovato l'accordo di programma, dal 1° luglio Rebrab non avrà più vincoli con lo Stato italiano, diventerà "Padrone" a tutti gli effetti, e potrà disporre delle sue società e del personale in queste assunto come meglio crederà. Questo avverrà
    1 mese, 16 giorni, 7 ore, 52 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. P.I. 01409010491
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2015 CorriereEtrusco.it