CITTA’ DEL VINO: CONSIGLIO NAZIONALE A VINCI

Si è svolto a Vinci il Consiglio Nazionale delle Città del Vino, di cui Piombino, insieme agli altri Comuni della Val di Cornia, è socio da anni.
Molti i temi dibattuti, dalle prossime attività dell’Associazione alla sua situazione finanziaria.

In particolare, è già in corso di preparazione il nuovo bando per il 2° concorso internazionale enologico “La selezione del Sindaco” che tanto successo ha avuto nella sua 1° edizione e che altrettanto successo ha portato al nostro territorio, con i due secondi posti ottenuti dalle aziende “Il Gualdo del Re” di Nico Rossi di Suvereto e “Tuttisanti“ di Daniele Rocchi di Piombino nelle due categorie Doc e Igt.
Leggi Tutto…


L’argomento però più controverso, sul quale è stato dato mandato al Direttore dell’Associazione Paolo Benvenuti di presentare al prossimo Consiglio Nazionale una proposta, è stato quello legato al nuovo regolamento dell’Associazione.
In particolare il dibattito è stato assorbito dalla definizione e dalla presenza dei soci straordinari in seno al Consiglio Nazionale, come previsto dal nuovo Statuto approvato nell’ultima Assemblea Straordinaria dell’Associazione svoltasi ad Avellino.
“Ritengo giusto far entrare nell’Associazione soggetti pubblici e privati come le Province, i Circondari, le Comunità Montane, i Parchi, le Camere di Commercio, le Strade del Vino, sia pure non snaturandone la caratteristica di associazione tra i Comuni” – ha dichiarato l’Assessore al Turismo del Comune di Piombino Stefano Ferrini, membro del Consiglio Nazionale dell’Associazione e suo Revisore dei Conti, intervenendo nella discussione.
“Ciò è necessario per rafforzarne il peso e raggiungere meglio gli obiettivi propri dell’Associazione.
Solo da questa integrazione pubblico-privato infatti è possibile creare le sinergie necessarie per far svolgere all’Associazione un ruolo da protagonista nel complesso mondo della promozione enoturistica e per ricreare anche a livello locale momenti di collaborazione tra soggetti appunto diversi, ma indispensabili per valorizzare al meglio il nostro territorio e proporlo con maggior successo sul mercato turistico.
Da queste sinergie, ad esempio, Piombino e la Val di Cornia potrebbero sicuramente trarre beneficio e lo stesso penso per altre realtà” .

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 6.8.2002. Registrato sotto Senza categoria. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO MANCA AL TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON LA CEVITAL DI ISSAD REBRAB?

    Se non viene rescisso il contratto, o rinnovato l'accordo di programma, dal 1° luglio Rebrab non avrà più vincoli con lo Stato italiano, diventerà "Padrone" a tutti gli effetti, e potrà disporre delle sue società e del personale in queste assunto come meglio crederà. Questo avverrà
    3 mesi, 21 giorni, 18 ore, 47 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. P.I. 01409010491
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2015 CorriereEtrusco.it