CITTA’ DEL VINO: CONSIGLIO NAZIONALE A VINCI

Si è svolto a Vinci il Consiglio Nazionale delle Città del Vino, di cui Piombino, insieme agli altri Comuni della Val di Cornia, è socio da anni.
Molti i temi dibattuti, dalle prossime attività dell’Associazione alla sua situazione finanziaria.

In particolare, è già in corso di preparazione il nuovo bando per il 2° concorso internazionale enologico “La selezione del Sindaco” che tanto successo ha avuto nella sua 1° edizione e che altrettanto successo ha portato al nostro territorio, con i due secondi posti ottenuti dalle aziende “Il Gualdo del Re” di Nico Rossi di Suvereto e “Tuttisanti“ di Daniele Rocchi di Piombino nelle due categorie Doc e Igt.
Leggi Tutto…


L’argomento però più controverso, sul quale è stato dato mandato al Direttore dell’Associazione Paolo Benvenuti di presentare al prossimo Consiglio Nazionale una proposta, è stato quello legato al nuovo regolamento dell’Associazione.
In particolare il dibattito è stato assorbito dalla definizione e dalla presenza dei soci straordinari in seno al Consiglio Nazionale, come previsto dal nuovo Statuto approvato nell’ultima Assemblea Straordinaria dell’Associazione svoltasi ad Avellino.
“Ritengo giusto far entrare nell’Associazione soggetti pubblici e privati come le Province, i Circondari, le Comunità Montane, i Parchi, le Camere di Commercio, le Strade del Vino, sia pure non snaturandone la caratteristica di associazione tra i Comuni” – ha dichiarato l’Assessore al Turismo del Comune di Piombino Stefano Ferrini, membro del Consiglio Nazionale dell’Associazione e suo Revisore dei Conti, intervenendo nella discussione.
“Ciò è necessario per rafforzarne il peso e raggiungere meglio gli obiettivi propri dell’Associazione.
Solo da questa integrazione pubblico-privato infatti è possibile creare le sinergie necessarie per far svolgere all’Associazione un ruolo da protagonista nel complesso mondo della promozione enoturistica e per ricreare anche a livello locale momenti di collaborazione tra soggetti appunto diversi, ma indispensabili per valorizzare al meglio il nostro territorio e proporlo con maggior successo sul mercato turistico.
Da queste sinergie, ad esempio, Piombino e la Val di Cornia potrebbero sicuramente trarre beneficio e lo stesso penso per altre realtà” .

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 6.8.2002. Registrato sotto Senza categoria. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata quella di vero inizio della crisi economica di Piombino. Da allora sono passati solo
    5 mesi, 12 giorni, 5 ore, 4 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. P.I. 01409010491
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2015 CorriereEtrusco.it