”TERRE DI BABELE” A PIOMBINO CON ”LA FABBRICA DEI DIRITTI”

Lo spettacolo nella sua veste integrale con tre testimoni locali
Prosegue il viaggio dello spettacolo “Terre di Babele” che domani, 2 agosto
ore 21.30, sarà
rappresentato nella piazzetta della Cittadella di Piombino e tratterà il
tema della “città fabbrica”, come evento integrato al testo teatrale scritto
dal regista Pietro Cennamo.
La piazza della Cittadella dove ha sede il Museo
Archeologico, fa sì che la tappa piombinese sia inserita anche, oltre che
nel cartellone di “Spettacolazione”, in quello degli eventi estivi del
Sistema dei Parchi e Musei della Val di Cornia.

Leggi Tutto…

Con il titolo “La fabbrica dei diritti” la rappresentazione teatrale si
alternerà a tre interventi specifici.
Quello della giornalista Valeria
Parrini, presidente dell’Associazione Nazionale per la Sicurezza sul Lavoro
“Ruggero Toffolutti” , con il titolo “Quel giorno”, racconterà l’esperienza
drammatica di un genitore di fronte alla scomparsa del figlio ucciso dalla
fabbrica.
Seguiranno Federico Botti e Federico Venturini con il brano “Il
rumore del cuore”, racconto in musica della nostra indifferenza vista con
gli occhi degli ultimi.
Infine gli scolari piombinesi della scuola media 3°
G di via Torino interverranno con la lettura di un brano tatto dal loro
lavoro “Il difficile cammino dei diritti umani”, svolto e rappresentato nel
corso dell’anno scolastico.
“A Piombino avremo finalmente la versione dello spettacolo aderente al
progetto originale – dice Alessandra Carlesi della produzione- con
testimoni che si uniranno al messaggio di denuncia dello spettacolo narrando
agli attori-viandanti le loro storie”.
Dopo Piombino lo spettacolo, nato da un’idea di Alessandra Carlesi e Eraldo
Ridi, progettato e organizzato dallo stesso Ridi insieme con Maurizio
Canovaro e prodotto da Theatralia e Teatro dell’Aglio in collaborazione con
i centri interculturali di Porto Franco Samarcanda e Teatro Concordi, andrà
a Campiglia Marittima, a Piombino, a Castiglioncello, a Castagneto Carducci,
a Cecina.

In scena delle compagnie Theatralia e Teatro dell’Aglio: Fabrizio Brandi,
Greta Candura, Alessandra Carlesi, Erika Gori, Valeria Nardi, Gianluca
Orlandini; e dai i musicisti Antonio Busdraghi, clarinetto – Caridad Magalys
Ferràn Doris, viola- Luca Guidi, percussioni – Elisabetta Pasquinelli,
flauto. Le scene sono di Emidio Bosco e Alessandra Carlesi.

Costumi di
Azzurra Tanzini e Desirée Costanzo. Progetto e organizzazione sono di
Maurizio Canovaro e Eraldo Ridi.
Terre di Babele è uno spettacolo pensato per svolgersi rigorosamente
all’aperto, nasce da un’idea di Eraldo Ridi e Alessandra Carlesi.
Manifesti e grafica sono di Cinzia Ghelardini.

Print Friendly
Scritto da il 1.8.2002. Registrato sotto Senza categoria. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO MANCA AL TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON LA CEVITAL DI ISSAD REBRAB?

    Se non viene rescisso il contratto, o rinnovato l'accordo di programma, dal 1° luglio Rebrab non avrà più vincoli con lo Stato italiano, diventerà "Padrone" a tutti gli effetti, e potrà disporre delle sue società e del personale in queste assunto come meglio crederà. Questo avverrà
    tra 2 giorni, 21 ore, 59 minute

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. P.I. 01409010491
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2015 CorriereEtrusco.it