NASCE LA RETE DELLE AGENDE 21 DELLA TOSCANA

È nata la Rete delle Agende 21 della Toscana: ieri in Palazzo Vecchio a Firenze 46 enti locali hanno firmato il protocollo d’intesa per la costituzione della Rete delle Agende 21 locali della Toscana, nata con il fine di promuovere uno sviluppo sostenibile.
Tra i primi firmatari c’è il Circondario della Val di Cornia, che ha già avviato un percorso di agenda 21 con la costituzione del forum locale e l’avvio di uno stato dell’ambiente.
Il presidente Rossano Pazzagli, che ha sottoscritto l’intesa fiorentina, ritiene che anche “attraverso la Rete, l’esperienza avviata a livello locale possa trovare nuova linfa e favorire la crescita dello sviluppo sostenibile in Val di Cornia, tanto più che la nostra Regione sta mettendo a disposizione di questi processi anche nuove risorse finanziarie.”
Leggi Tutto…

L’Agenda 21 è lo strumento programmatico approvato alla conferenza ONU di Rio de Janeiro nel 1992 che contiene le linee di indirizzo per lo sviluppo sostenibile sul piano ambientale, sociale economico, uno sviluppo che “soddisfa le esigenze del presente senza compromettere la possibilità delle future generazioni di soddisfare le proprie”.
Il protocollo è stato sottoscritto questa mattina nella Sala di Lorenzo e sancisce la collaborazione fra Enti locali e Regione per costruire insieme uno sviluppo sostenibile.

Il nuovo organismo ha il compito di rendere più efficace e rapido il processo di applicazione dei principi di Sviluppo Sostenibile utilizzando lo strumento dell’Agenda 21 locale, che favorisce la partecipazione attiva dei cittadini, attraverso l’integrazione della programmazione economica, ambientale e sociale.
Questo programma, tanto ambizioso quanto necessario, può essere realizzato solo partendo dal basso, dall’impegno cioè delle comunità locali.

Sono queste ultime infatti che possono tradurre questi principi in programmi concreti, in cose da fare, attraverso l’adozione di Piani di Azione Ambientale.

I fondatori della neonata RETE si propongono di rafforzare il movimento delle Agende 21 locali in territorio toscano.
“La Regione Toscana – ha affermato l’assessore regionale all’ambiente Tommaso Franci in occasione della firma del protocollo – considera strategica la diffusione dei processi di Agenda 21 negli Enti locali toscani per la definizione di un modello di sviluppo sostenibile appropriato alla realtà del territorio regionale toscano, intende quindi incentivare queste attività mettendo a disposizione delle amministrazioni locali toscane risorse per 1.500.000 euro finalizzate al cofinanziamento delle azioni necessarie alla promozione dei processi”.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 19.7.2002. Registrato sotto Senza categoria. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata quella di vero inizio della crisi economica di Piombino. Da allora sono passati solo
    5 mesi, 12 giorni, 7 ore, 18 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. P.I. 01409010491
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2015 CorriereEtrusco.it