PIOMBINO: FIRMATO L’ACCORDO PER L’OSPEDALE VECCHIO

Via libera al piano di recupero del complesso immobiliare e della zona circostante

Firmata ieri mattina la convenzione tra Comune di Piombino e Sant’Antimo di Marina s.r.l. per l’attuazione del Piano di recupero dell’ex ospedale civile di via Cavour.
Il progetto per la realizzazione di un complesso residenziale, che comprende il restauro delle architetture antiche, la riqualificazione urbanistica delle aree limitrofe e la costruzione di parcheggi sotterranei, giunge così all’ultimo atto di un lungo e complesso iter amministrativo:
presentato nell’agosto 2000, in conformità a quanto previsto dalla Variante del 1996, era stato approvato dal Consiglio comunale nel settembre 2001 e successivamente sottoposto al vaglio della Soprintendenza di Pisa e della Commissione edilizia.
I lavori, salvo imprevisti, dovrebbero iniziare in autunno e concludersi entro tre anni.
Il progetto prevede la realizzazione di 48 appartamenti di tipologie e dimensioni diverse (da 50 a 150 mq), un ristorante, alcuni uffici ed altri locali adibiti ad uso pubblico.

Print Friendly
Scritto da il 13.7.2002. Registrato sotto Senza categoria. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO MANCA ALLA PRIMA COLATA AFERPI?

    Il 30 Aprile 2016 il presidente di Cevital Issad Rebrab ha annunciato che entro 28 mesi ci sarà la prima colata nella nuova e moderna acciaieria dentro lo stabilimento Aferpi di Piombino.
    Questo importante evento si realizzara quindi

    tra 16 mesi, 3 giorni, 18 ore, 35 minute

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. P.I. 01409010491
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2015 CorriereEtrusco.it