PIOMBINO: ARRIVANO I NIDI DOMICILIARI

A partire da quest’anno, le famiglie piombinesi che hanno la necessità di affidare ad altri la cura dei figli più piccoli, potranno rivolgersi anche agli educatori domiciliari: si tratta di figure professionali con specifiche caratteristiche, che hanno concluso con successo il corso di aggiornamento per educatore d’infanzia addetto al servizio domiciliare e saranno pertanto inserite nell’Albo istituito presso il Comune.
I nidi domiciliari, previsti dalla legge regionale n.22/1999 e dal regolamento attuativo n.3/2000, sono uno strumento innovativo e flessibile che consente di integrare e ottimizzare l’offerta complessiva sul territorio degli interventi educativi per l’infanzia, con soluzioni diversificate sul piano strutturale ed organizzativo: i genitori possono consorziarsi e concordare anche gli orari più consoni alle loro esigenze.
I nidi domiciliari possono essere fisicamente istituiti presso l’abitazione delle famiglie o dell’educatore, secondo standard minimi di idoneità degli ambienti, per “classi” composte da non più di 5 bambini.
Il servizio domiciliare nasce da un rapporto contrattuale privato che si costituisce tra i genitori e l’educatore, in cui tuttavia l’ente locale mantiene un ruolo di “garante” della professionalità degli iscritti all’Albo (che ha validità annuale) e della qualità del servizio, che si attiva su richiesta e dietro autorizzazione del Comune competente per territorio.
L’amministrazione comunale, in questa prima fase, si propone inoltre di incentivare il ricorso alla nuova opportunità con la fornitura di materiali di consumo (giochi, pannolini, ecc.) e di studiare, per il futuro, forme di sostegno anche finanziarie alle famiglie.
Gli interessati possono prendere visione dell’Albo e chiedere informazioni sul servizio Nidi domicialiari presso l’Ufficio Pubblica Istruzione (tel.0565.63297/63298).

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 8.7.2002. Registrato sotto Senza categoria. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata quella di vero inizio della crisi economica di Piombino. Da allora sono passati solo
    5 mesi, 10 giorni, 17 ore, 13 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. P.I. 01409010491
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2015 CorriereEtrusco.it