ARRIVATO L’OK PER PROLUNGARE LA 398 FINO AL PORTO

Finalmente si potrà arrivare a Piombino a 4 corsie.

Il progetto preliminare per la costruzione della SS 398 “Val di Cornia”, collegamento Montegemoli-porto di Piombino, è stato inserito tra le nuove opere del Programma statale 2002-2004 per l’incremento e la gestione della rete stradale e autostradale.

Il provvedimento, contenuto nel decreto firmato il 14 giugno scorso dal Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Pietro Lunardi, è stato comunicato oggi all’amministrazione comunale con un fax trasmesso dall’ANAS.
Leggi Tutto…

La notizia, che è stata subito partecipata anche al Consiglio Comunale riunito in seduta ordinaria, è stata accolta con grande soddisfazione.
Questa la dichiarazione dell’assessore ai Lavori Pubblici Umberto Canovaro, che ha seguito da vicino l’intera vicenda:
“Si tratta di un risultato importante, che va oltre le nostre aspettative e premia l’impegno congiunto del Comune, della Provincia di Livorno, della Regione Toscana e dell’Autorità Portuale per la realizzazione di una camionabile a due ampie corsie, di cui finalmente viene riconosciuta e ufficializzata l’importanza strategica, non solo per la viabilità e l’imprenditoria locale, ma anche per lo sviluppo economico della Toscana e dell’Italia centrale.
A questo proposito deve essere sottolineato il fatto che, pur restando la strategicità della percorrenza al porto nell’ambito del progetto autostradale e degli accordi Stato/Regione, il prolungamento della SS 398 non è più vincolato alla realizzazione di quel progetto.
Sul Programma statale potranno essere presentate osservazioni entro sessanta giorni: ci impegnamo a garantire un’attenta vigilanza, anche a livello parlamentare, affinché la previsione ministeriale venga mantenuta nei termini proposti e divenga quindi definitiva”.
A questo punto saranno accelerate le procedure per il completamento della progettazione esecutiva, probabilmente entro il 2002.
A questa fase dovrà seguire l’approvazione dell’Anas e l’assegnazione dell’opera da parte della Provincia, che nell’iter rappresenta la “stazione appaltante”.
Contemporaneamente verrà dato il via alla concertazione tra gli enti pubblici e le Aziende (Lucchini s.p.a. e La Magona) interessate dal tracciato:
l’obiettivo ragionevole è di cantierare i lavori nel 2004.

Print Friendly
Scritto da il 28.6.2002. Registrato sotto Senza categoria. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO MANCA AL TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON LA CEVITAL DI ISSAD REBRAB?

    Se non viene rescisso il contratto, o rinnovato l'accordo di programma, dal 1° luglio Rebrab non avrà più vincoli con lo Stato italiano, diventerà "Padrone" a tutti gli effetti, e potrà disporre delle sue società e del personale in queste assunto come meglio crederà. Questo avverrà
    tra 6 giorni, 16 ore, 53 minute

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. P.I. 01409010491
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2015 CorriereEtrusco.it