”PESTAGGIO”: OTTO RAGAZZINI TORNANO A CASA

Tornano a casa otto dei dieci ragazzini che il 12 febbraio hanno aggredito una coetanea di tredici anni e per i quali il Tribunale dei minori di Firenze aveva disposto la misura di collocamento in comunità. Una decisione adottata per la prima volta sul territorio nazionale. All’inizio del mese i dieci ragazzini, età compresa tra i 14 e i 17 anni, nel gruppo anche una femmina, furono prelevati dalla polizia dalle loro abitazioni e trasferiti in varie comunità della Toscana. Un provvedimento senza precedenti del magistrato del Tribunale dei minori fiorentino che ha fermato il «branco» colpevole del pestaggio della ragazzina. Pestaggio che è stato l’epilogo di un oltre un anno e di minacce. I legali di otto ragazzini lunedì hanno presentato istanza di revoca o di sostituzione della misura cautelare al giudice delle indagini preliminari del Tribunale dei minori. Ieri il magistrato Antonietta Fiorillo ha deciso e ha disposto la sostituzione della misura decidendo che i ragazzini possano rientrare a casa e frequentare la scuola. Il magistrato ha disposto una misura più leggera che si chiama ‘collocamento a casa’, una specie di ‘arresti domiciliari’ degli adulti.

Ora bisogna attendere per vedere quale sarà la sorte degli altri due minorenni.

Print Friendly
Scritto da il 16.3.2002. Registrato sotto cronaca. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO MANCA AL TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON LA CEVITAL DI ISSAD REBRAB?

    Se non viene rescisso il contratto, o rinnovato l'accordo di programma, dal 1° luglio Rebrab non avrà più vincoli con lo Stato italiano, diventerà "Padrone" a tutti gli effetti, e potrà disporre delle sue società e del personale in queste assunto come meglio crederà. Questo avverrà
    tra 1 giorno, 7 ore, 54 minute

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. P.I. 01409010491
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2015 CorriereEtrusco.it