”PESTAGGIO”: OTTO RAGAZZINI TORNANO A CASA

Tornano a casa otto dei dieci ragazzini che il 12 febbraio hanno aggredito una coetanea di tredici anni e per i quali il Tribunale dei minori di Firenze aveva disposto la misura di collocamento in comunità. Una decisione adottata per la prima volta sul territorio nazionale. All’inizio del mese i dieci ragazzini, età compresa tra i 14 e i 17 anni, nel gruppo anche una femmina, furono prelevati dalla polizia dalle loro abitazioni e trasferiti in varie comunità della Toscana. Un provvedimento senza precedenti del magistrato del Tribunale dei minori fiorentino che ha fermato il «branco» colpevole del pestaggio della ragazzina. Pestaggio che è stato l’epilogo di un oltre un anno e di minacce. I legali di otto ragazzini lunedì hanno presentato istanza di revoca o di sostituzione della misura cautelare al giudice delle indagini preliminari del Tribunale dei minori. Ieri il magistrato Antonietta Fiorillo ha deciso e ha disposto la sostituzione della misura decidendo che i ragazzini possano rientrare a casa e frequentare la scuola. Il magistrato ha disposto una misura più leggera che si chiama ‘collocamento a casa’, una specie di ‘arresti domiciliari’ degli adulti.

Ora bisogna attendere per vedere quale sarà la sorte degli altri due minorenni.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 16.3.2002. Registrato sotto cronaca. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO MANCA AL TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON LA CEVITAL DI ISSAD REBRAB?

    Se non viene rescisso il contratto, o rinnovato l'accordo di programma, dal 1° luglio Rebrab non avrà più vincoli con lo Stato italiano, diventerà "Padrone" a tutti gli effetti, e potrà disporre delle sue società e del personale in queste assunto come meglio crederà. Questo avverrà
    3 mesi, 21 giorni, 22 ore, 27 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. P.I. 01409010491
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2015 CorriereEtrusco.it